Chievo Verona: un pareggio che riaccende la speranza salvezza

Chievo Verona: un pareggio che riaccende la speranza salvezza

Il Chievo a sorpresa ottiene un punto importantissimo in casa del Napoli. La zona salvezza avrà una squadra in più da tenere d’occhio?

di Matteo Previderio

Ritrovarsi nuovamente sulla panchina del Chievo e affrontare all’esordio il Napoli di Ancelotti non era affatto semplice. Lo sapeva Domenico Di Carlo e lo sapevano soprattutto i suoi giocatori. Eppure, l’umiltà è un pregio che in molti hanno spesso e volentieri riconosciuto al tecnico di Cassino. E infatti, con umiltà, sacrificio, sofferenza ed organizzazione tattica, il Chievo Verona esce dal San Paolo con un punto inaspettato ed importantissimo, specialmente per il morale dei giocatori.

CHIEVO VERONA: CON DI CARLO SI RIVEDE UNA VERA SQUADRA

Del 4-3-1-2, che molto probabilmente il mister avrebbe utilizzato, ne avevamo già parlato qualche giorno fa nel nostro approfondimento su Fantamagazine. Contro il Napoli era impensabile fare la partita e non sorprende per niente che Di Carlo abbia optato ad esempio per un giocatore come Barba nel ruolo di laterale difensivo di sinistra. Ottima prova di tutto il reparto difensivo che, con un mix di bravura e fortuna, mantiene inviolata la propria porta, cosa che non succedeva dallo 0-0 del 2 settembre scorso contro l’Empoli. Buonissima prova inoltre dei tre centrocampisti − Radovanovic, Obi, Hetemaj − che, con solidità e tanta corsa, hanno tenuto testa ai diretti avversari, rischiando con qualche ripartenza di far male al Napoli. Match di sacrificio per il reparto avanzato invece, con poche occasioni e tanto lavoro sporco. Sulla stessa lunghezza d’onda i giocatori subentrati, che, soprattutto con Kiyine, hanno offerto una prestazione più che interessante. Insomma, un Chievo che da questa partita ottiene il massimo, come se questo campionato fosse iniziato dalla partita di oggi.

CHIEVO VERONA: LE PAROLE DI CAPITAN PELLISSIER

“Ventura è uno degli allenatori che fa giocare meglio le proprie squadre. Il suo è un calcio complicato e noi, purtroppo, non avevamo il tempo per capire le sue dinamiche di gioco. Il calcio di mister Di Carlo invece, è un calcio semplice, fatto di organizzazione e solidità, ed oggi si è visto. Il Napoli in termini di qualità è ovviamente superiore a noi, eppure abbiamo avuto anche noi le nostre occasione per far male. In questi anni ne ho passate tante al Chievo Verona, ma sono sicuro che con la stessa cattiveria messa in campo oggi, la salvezza non è utopia. Poi il calcio è crudele, potremmo anche retrocedere, ma pur sempre lottando, uscendo dal campo a testa alta”. 

CHIEVO VERONA: LE PAROLE DI MISTER DI CARLO

“Sotto l’aspetto delle motivazioni e della prestazione posso solo fare i complimenti ai miei giocatori. Abbiamo finalmente ritrovato lo spirito Chievo e pur avendo giocato una partita difensiva, abbiamo avuto il coraggio di andare nella metà campo del Napoli a cercare il gol. Quello che contava di più era rimettere nella testa dei calciatori di essere forti, e speravo davvero di poter essere la sorpresa di questa giornata”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy