Atalanta, dall’obiettivo Europa a quello salvezza: parola del Gasp

Atalanta, dall’obiettivo Europa a quello salvezza: parola del Gasp

Dopo la sconfitta contro la Sampdoria si mette male per i bergamaschi: sono solo 6 i punti dopo 8 giornate.

di Alessandro Rullo

Dopo una stagione giocata a buonissimi livelli, sia in Europa League (nella quale la Dea ha perso contro un certo Borussia Dortmund) che in campionato, quella 2018/2019 già ad agosto sembrava essere cominciata col piede sbagliato per i bergamaschi. I danesi del Copenaghen hanno infatti strappato il pass per i gironi della prossima Europa League ai loro danni, in un preliminare beffardo che li ha visti trionfare ai calci di rigore.

Tante le polemiche in quell’occasione, ma la squadra sembrava potesse ripartire col piede giusto, con quel bel calcio al quale ci ha tanto abituati Gasperini. Eppure, qualcosa sembra essersi ormai incrinato nell’ambiente atalantino, con la squadra che naviga in acque pericolose visto che sono solo 6 i punti guadagnati in ben 8 partite.

CRISI ATALANTA: LE DICHIARAZIONI DI GASPERINI

“Dobbiamo cambiare completamente obiettivo”, questo il pensiero di Gian Piero Gasperini dopo la sconfitta di ieri contro la Sampdoria, senza troppi giri di parole. La squadra gioca benissimo, addirittura meglio degli anni passati, il problema è nella fase realizzativa“.

E in effetti la Dea di occasioni ne crea, rimanendo però nella maggioranza dei casi a bocca asciutta (addirittura in 5 gare su 8 sin qui). Un mister che, nonostante l’ennesimo k.o., si è detto soddisfatto della prestazione dei suoi, così come della vicinanza del pubblico, che non manca di far sentire il suo calore anche in un periodo difficile come questo. E sul futuro dice: La soluzione? Lavorare a testa bassa. Di certo però la pausa non lo aiuta, visto che ben 15 ragazzi risponderanno alla chiamata della propria Nazionale tra maggiori e giovanili. “Lavoreremo con quelli che rimangono. Siamo in pochi, ma non posso farci nulla”. E lancia una proposta: “Ritengo sia meglio un’unica pausa al posto di tante brevi e ravvicinate. Sarebbe la cosa migliore per tutti, non solo per noi”.

Dopo la sosta Nazionali l’avversario in campionato sarà un’altra squadra che di certo non se la sta passando bene, ovvero il Chievo di Lorenzo d’Anna, a rischio esonero con una classifica che recita -1 punti. Un’occasione ghiotta per ripartire al meglio e cercare di tornare nelle zone alte della classifica, più consone a una squadra costruita per raggiungere ben altri traguardi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy