Udinese, Barak un talento da modellare sotto l’occhio vigile di Delneri

Udinese, Barak un talento da modellare sotto l’occhio vigile di Delneri

Il centrocampista ceco ha trovato spazio in questo inizio di campionato, Delneri lo apprezza molto, ma sarà in grado di conquistarsi una maglia da titolare?

Per tutto il precampionato è stato un oggetto misterioso, fermato per un problema fisico che si trascinava dallo scorso finale di stagione. Antonin Barak (1994) ha saltato tutte le amichevoli estive e dunque è sicuramente passato sottotraccia in qualsiasi asta. Delneri però ha dimostrato fin da subito di puntare sul giocatore facendolo già subentrare alla seconda giornata contro la SPAL. Non è un mistero come al tecnico di Aquileia piacciano, soprattutto in mezzo al campo, giocatori dotati di estrema fisicità come per l’appunto Barak alto ben 190 centimetri. Ad oggi a parte la prima giornata l’ex Slavia Praga ha sempre giocato con ben cinque gettoni da titolare ed uno da subentrante.

UDINESE, BARAK SARÀ TITOLARE?

Dobbiamo considerarlo quindi come un titolare? Difficile da dire, Delneri ha dimostrato di apprezzarlo molto ma il ragazzo è ancora parecchio grezzo. In queste prime giornate ha trovato parecchio spazio per via della forma scadente di Fofana, l’ivoriano nelle ultime apparizione ha dato segnali importanti e proprio all’ultima giornata contro la Sampdoria da subentrante ha spaccato la partita. Un segnale importante per un giocatore che lo scorso anno è stato insostituibile e che dopo un avvio stentato punterà sicuramente a riprendersi. E Barak? Come detto il giocatore ha delle qualità perfette per il gioco di Delneri riuscendo ad unire la sua fisicità ad una più che discreta tecnica. Deve però lavorare molto sulla mobilità ed anche sulla capacità di fare fallo. Infatti tra i bianconeri è uno dei più fallosi e questo si può vedere anche dai tre cartellini gialli raccolti fino ad ora. Nell’undici titolare per ora potrebbe non trovare spazio, Fofana è un giocatore fondamentale mentre l’esperienza di Behrami, o di Hallfredsson, è ben apprezzata da Delneri. Non è un mistero però che il mister stia lavorando per poter schierare contemporaneamente sia Fofana che Barak con il ceco ad agire da frangiflutti davanti alla difesa. Questo dipenderà molto da quanto tempo ci impiegherà ad imparare i movimenti necessari per agire in quel ruolo, a prescindere da ciò resta un giocatore che andrà molto spesso a voto essendo di fatto il primo cambio a centrocampo e tra infortuni e squalifiche come successo fino ad ora potrà trovare spazio. Parlando di infortuni quello occorso a Behrami nel corso della gara con la Sampdoria potrebbe permettergli di partire titolare ancora per un paio di partite, sempre che Delneri non preferisca puntare su Hallfredsson. Dovesse continuare a fare bene le gerarchie del centrocampo potrebbero già cambiare a suo favore.

UDINESE, BARAK AL FANTACALCIO

Fino ad ora Barak ha collezionato una media voto del 6.08 frutto di un 7, due 6,5 un 5,5 ed un 5. Come detto in precedenza uno dei limiti del ceco sono stati i cartellini, ben 3 ammonizioni che hanno fatto abbassare la sua fantamedia a 5,83. Non bisogna pensare però che sia solamente un medianaccio dal cartellino facile, in patria ha mostrato di possedere una discreta propensione al bonus anche se va detto che agiva nel ruolo di trequartista. Ad Udine però ha avuto più di un’occasione per entrare nel tabellino, infatti sono ben 5 le occasioni da gol avute una in più ad esempio di quelle capitate nei piedi di Maxi Lopez. Non è sbagliato quindi aspettarsi qualche rete da qui a fine campionato, visto grazie al suo metro e novanta potrebbe farsi rispettare anche sulle palle inattive. La sua utilità fantacalcistica al momento è più legata ad un’ottica futura e sul medio/lungo periodo rispetto che all’immediato anche se è una scommessa assolutamente da fare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy