Sergej Milinkovic-Savic – Scheda Estiva Fantacalcio

Sergej Milinkovic-Savic – Scheda Estiva Fantacalcio

Una delle sorprese più liete della scorsa stagione: Milinkovic-Savic si è imposto in maniera prorompente nel centrocampo biancoceleste. Cosa possiamo aspettarci da lui nel prossimo campionato?

di Alessio Ambrosino, @aleambrosini

Onestamente nessuno si aspettava una simile “esplosione” di  Milinkovic-Savic nella scorsa stagione. Il serbo infatti, nonostante fosse già ritenuto uno dei migliori prospetti della sua generazione, non aveva particolarmente convinto durante la sua prima annata italiana. I dubbi principali derivavano dalla sua difficile collocazione tattica: Pioli non lo vedeva di buon occhio come mezzala, lo stesso si può dire per Inzaghi, subentrato però in panchina a sole sette giornate dal termine del campionato di due anni fa. Anche in ritiro il Sergente non aveva impressionato più di tanto: ed è così che nei radar delle aste estive è passato decisamente sotto traccia…

FANTASTATISTICHE 2016 – 2017


Presenze: 34
Gol: 4
Assist: 6
Media Voto: 6.26
Fantamedia: 6.49
Ammonizioni: 8
Espulsioni: 0


Ma si è intuita fin dalle prime giornate, la volontà di Inzaghi di lanciarlo a pieno titolo come titolare di centrocampo. Nella prima gara della stagione piazza subito un assist nella goleada contro l’Atalanta. Poi, dopo due gare in cui entra dalla panchina, inizia la sua inesorabile scalata nella linea mediana della Lazio. Fisico, tecnica, e sacrificio: Sergej conquista tutti, dai tifosi agli addetti ai lavori. In 34 presenze mette a segno 4 reti, forse poche per un giocatore come lui. Da segnalare anche tre gol in Coppa Italia, comprese le due marcature (sia all’andata che al ritorno) nel doppio derby contro la Roma in semifinale. Ma la sensazione è che il numero 21 biancoceleste, possa dare molto di più, diventando uno dei top di centrocampo al fantacalcio.

STAGIONE 2017 – 2018: COSA ASPETTARCI?

Fantacalcisticamente il rendimento di Milinkovic-Savic ha sorpreso tutti. Va anche detto che però molti si aspettavano qualcosina in più, soprattutto chi lo ha preso al mercato di riparazione. Perché Sergej ha segnato il suo ultimo gol nella prima gara del girone di ritorno, poi in campionato non si è più ripetuto: un digiuno di 18 partite, troppe considerando il valore del giocatore e l’ottimo campionato dei biancocelesti. Nel progetto tecnico della Lazio, lui e Immobile sono i due perni principali, gli assoluti incedibili di questa sessione di mercato. Sia con il 3-5-2 varato nelle ultime uscite, che nel 4-3-3 classico, Milinkovic ha il posto assicurato, dato che coniuga qualità offensiva e sacrificio difensivo come pochi riescono in Serie A. Deve migliorare molto nella finalizzazione sotto porta, oltre che nella continuità durante tutto l’arco della gara. Per quanto riguarda l’aspetto fantacalcistico, è da considerarsi come un centrocampista da secondo slot, terzo se in leghe da 8 partecipanti in giù. Il suo rendimento non potrà che migliorare, e puntare qualche credito su di lui, potrebbe rivelarsi una mossa azzeccata per la prossima stagione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy