Sassuolo, arriva Brignola: una scheggia per la corsia destra

Sassuolo, arriva Brignola: una scheggia per la corsia destra

Il giovane attaccante rimarrà in Serie A, seguendo l’allenatore che lo ha lanciato nel massimo campionato.

di Niccolò Villani, @WillyBlueEyes

Enrico Brignola e Roberto De Zerbi; stesso percorso, con qualche settimana di ritardo. Da poco, infatti, è arrivata l’ufficialità del passaggio dell’attaccante del Benevento al Sassuolo, quindi, stessa direzione intrapresa dall’allenatore che lo ha fatto debuttare in Serie A e che, da quel momento, non lo ha più tolto dal campo.

Lo stesso esordio è stato quantomai propiziatorio, capitato in occasione del primo punto del Benevento conquistato nel massimo campionato, e ottenuto con un rocambolesco pareggio all’ultimo secondo contro il Milan, grazie ad un colpo di testa del portiere campano, Alberto Brignoli.
Enrico Brignola, da non confondere col suo quasi omonimo Brignoli, per l’appunto, si presenta quindi come un prospetto decisamente interessante e, soprattutto, uomo di fiducia dell’allenatore che lo ha fortemente voluto al Sassuolo, in una società sempre attenta alla crescita di giovani talenti.

ENRICO BRIGNOLA: UNA SCHEGGIA PER LA CORSIA DESTRA

Esterno molto rapido e bravo nel dribbling, Brignola è un giocatore molto utile alle diverse situazioni di gioco. La sua velocità gli permette di rendersi pericoloso in ripartenza e in campo aperto, mentre le qualità nel saltare l’uomo lo aiutano a creare superiorità numerica. Tutto ciò va a colmare alcune lacune legate al fisico non proprio possente, 1.75 cm per circa 70 kg. Inoltre, sia con il Benevento che nelle giovanili, ha sempre dimostrato una vena realizzativa tutto sommato limitata, nonostante il ruolo offensivo.
Tatticamente andrà a posizionarsi presumibilmente sulla corsia di destra, come prima riserva di Berardi, nel 4-3-3 di De Zerbi. Tuttavia, dispone di una buona duttilità tattica, potendo agire anche sull’altra fascia, oppure da trequartista o da seconda punta, in caso di eventuale cambio modulo.

SASSUOLO: BRIGNOLA AL FANTACALCIO

Nonostante risulti essere un profilo estremamente interessante, soprattutto per il futuro dal punto di vista calcistico, al fantacalcio Brignola non dovrebbe godere di alta appetibilità. Innanzitutto per via del ruolo, in quanto lo scorso anno era listato attaccante e così dovrebbe rimanere, dato le similitudini di modulo anche in quest’esperienza neroverde. In secondo luogo, nonostante sia un esterno offensivo, è un giocatore poco prolifico dal punto di vista realizzativo, come accennato in precedenza.

In Serie A, con la maglia del Benevento, ha collezionato 3 reti in 18 partite, giocate tutte da titolare. Se si considera che sulla carta partirá come riserva di uno come Berardi, e che quindi entrerà quasi solo a partita in corso, è difficile che possa migliorare di molto il suo score personale. Infine, l’ultimo punto debole, è proprio la titolarità limitata, o comunque legata alla presenza di Berardi; è un fatto assodato che, se quest’ultimo sará disponibile ed arruolabile, Brignola siederá in panchina senza troppi complimenti.

In caso di partenza di colui che gli sta attualmente davanti, ecco che potrebbe anche candidarsi come titolare, seppur con  la concorrenza (lieve) di altri elementi. Infine, Brignola è un classe 1999, e per chi gioca con gli slot primavera o gli under da riconfermare, ecco che l’ex Benvento potrebbe risultare un profilo molto interessante.

In fondo, nonostante le poche reti, ha mantenuto una buona media voto (6,24) e una discreta fanta-media (6,72). Purtroppo però, queste ultime analisi restano legate principalmente a ipotesi di mercato: se non dovesse cambiare nulla in uscita per il Sassuolo, Brignola rimarrebbe appetibile solo in ottica riconferma per il futuro, o come slot scommessa in leghe numerose, dai 10 giocatori in su.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy