Palermo: cosa cambia per il fantacalcio con Ballardini?

Palermo: cosa cambia per il fantacalcio con Ballardini?

Il tecnico è appena stato ingaggiato dalla squadra rosanero per sostituire Iachini.

Commenta per primo!

Il Palermo cambia ancora. No, non è uno scherzo. Fatale dunque per mister Novellino la brutta sconfitta in casa contro la Lazio, dato che il patron Zamparini ha deciso di richiamare sulla panchina dei siciliani Davide Ballardini. Per lui si tratta di un ennesimo ritorno, dopo il continuo tira e molla con Iachini durante la stagione. Rispolveriamo dunque il nostro vecchio approfondimento, cosa cambia al Palermo in ottica fantacalcio con Ballardini?

Palermo, il modulo di Ballardini

Mister Ballardini ha allenato quest’anno il Palermo dalla 13a alla 19a giornata, momento in cui arrivò l’esonero nonostante la vittoria in trasferta a Verona (anche se in realtà la squadra era in una sorta di “autogestione”, dopo la pesante lite tra Ballardini e Sorrentino). Nelle sette partite disputate sulla panchina rosanero, Ballardini ha schierato per cinque volte il suo modulo preferito, ovvero il 4-3-1-2. Solo in altre due occasioni, causa emergenze, ha variato il suo credo tattico: leggera variazione nel 4-3-2-1 contro la Lazio e modifica radicale con la difesa a 3 nel 3-4-2-1 della trasferta veronese (anche se, come detto, in questo caso Ballardini già non era in panchina).

Il bilancio di Ballardini in base al modulo è il seguente

Con il 4-3-1-2: una vittoria (4-1 contro il Frosinone) e quattro sconfitte (0-3 contro la Juventus, 3-0 contro l’Atalanta, 2-0 contro la Sampdoria e 1-3 contro la Fiorentina).

Con il 4-3-2-1: un pareggio (1-1 contro la Lazio)

Con il 3-4-2-1: una vittoria (0-1 a Verona)

Davide Ballardini, gli interpreti preferiti e cosa cambia al Fantacalcio per i giocatori del Palermo

Situazione davvero critica in quel di Palermo. Difficilmente però il tecnico rinuncerà ai punti fermi di ciascun reparto: Sorrentino, Gonzalez, Vazquez e Gilardino con tutta probabilità manterranno il loro status di titolare, per cercare di evitare la retrocessione. Qualche dubbio ci rimane sul numero uno rosanero, Sorrentino, vista la pesante lite che fu uno dei motivi dell’allontamento del tecnico. Tuttavia le riserve non sembrano poter dire la loro in Serie A, quindi Sorrentino dovrebbe essere il titolare.
Uno dei calciatori che potrebbe trovare vantaggio dal ritorno del tecnico è certamente Edoardo Goldaniga, che nella prima parentesi di Ballardini realizzò 2 gol in 7 presenze. La linea di centrocampo utilizzata dal tecnico rosanero è stata quasi sempre composta da Chochev, Jajalo e Hiljemark. In avanti spazio al tandem Vazquez – Gilardino, con Trajkovski e Djurdjevic dietro nelle gerarchie. Decisamente meno spazio per Quaison, che nelle precedenti panchine di Ballardini ha trovato pochissimo spazio. Nel ruolo di trequartista si è invece visto spesso Brugman.
In generale, però, meglio non fare troppo affidamento ai calciatori rosanero. La squadra sembra allo sbando e la retrocessione diventa sempre più probabile giornata dopo giornata. Valutate quindi attentamente le vostre alternative.

Ballardini, le statiche dei calciatori nella sua precedente gestione (dalla 13a alla 19a)

Gol
2 – Vazquez, Gilardino, Goldaniga
1 – Trajkovski

Assist
2 – Chochev
1 – Jajalo, Vazquez, Hiljemark, Lazaar

Per quanto riguarda i gol subiti, sono stati ben 13 in 7 partite, con Sorrentino che ottenne una media altissima (MV 6,36) ottima per il modificatore, ma pessima come fantamedia (FM 4,5) a causa dei numerosi gol incassati.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy