Palermo, che succede a Franco Vazquez?

Palermo, che succede a Franco Vazquez?

Analizziamo i motivi del momentaneo calo del Mudo Vazquez, autentico faro dei rosanero.

Commenta per primo!

Periodo un po’ negativo questo per Franco Vazquez ed i suoi fantallenatori: nelle ultime giornate infatti il Mudo è apparso decisamente in flessione, dopo il buon periodo attraversato durante la gestione Schelotto. Abbiamo analizzato la situazione, alla ricerca delle ragioni che potrebbero spiegare questa flessione nel rendimento del centrocampista rosanero.

Palermo, che succede a Franco Vazquez?

Il primo è la condizione fisica: nel secondo tempo della partita contro il Torino infatti, Vazquez ha accusato un dolore alla coscia dovuto, a detta del mister, allo stress dei precedenti allenamenti. Va inoltre considerato che il giocatore veniva da tre partite ravvicinate, e che anche nell’ultima contro il Bologna ha giocato nonostante le non perfette condizioni fisiche. Come conseguenza di questo, il Mudo s’è risparmiato in campo e Iachini ha preferito sostituirlo per preservarlo.
Il secondo è l’atteggiamento mentale: il giocatore infatti è abbastanza umorale, ed il fatto di avere dei compagni che spesso faticano a dialogare con lui lo porta, a volte, ad immalinconirsi e a risparmiarsi. Inoltre il dover tornare a centrocampo per dare il via all’azione, quando il gioco non gira, gli fa arretrare il raggio d’azione.

I numeri di Vazquez al Fantacalcio

Questo il rendimento fantacalcistico di Franco Vazquez nelle ultime due giornate. Nessun bonus, e voti decisamente negativi:

Gazzetta dello Sport: 5 – 6
Corriere dello Sport: 4.5 – 5,5
Fantagazzetta: 4.5 – 5,5
Fantamagazine: 5 – 5,5

Vazquez si riprenderà?

In conclusione ci sentiamo comunque di rassicurare i fantapossessori di Franco Vazquez: passata la tempesta, ovvero i prossimi due impegni con Inter e Napoli, il Mudo tornerà a essere schierabile, e si spera anche a portare gioie al fantacalcio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy