Milan, cosa cambia senza Conti? Tutte le possibilità

Milan, cosa cambia senza Conti? Tutte le possibilità

Come cambiano i rossoneri dopo il grave infortunio accorso ad Andrea Conti? Abate e Calabria sono gli indiziati principali a sostituirlo, ma potrebbe esserci una sorpresa. Scopriamo assieme tutte le possibilità in mano a Vincenzo Montella.

La tegola che ha colpito il Milan nella giornata odierna è di quelle gravi: Andrea Conti, terzino dei rossoneri e della Nazionale italiana ha riportato la rottura del legamento crociato. Questo infortunio terrà l’ex Atalanta lontano dai campi di gioco per almeno 6 mesi, ma più probabilmente si può parlare di stagione finita per il giovane laterale arrivato a Milanello questa estate. Come cambia il Milan senza Conti? Scopriamolo assieme.

MILAN, COSA CAMBIA SENZA CONTI?

Vincenzo Montella, allenatore del Milan, ha diverse possibilità per sopperire all’assenza di Andrea Conti. Andiamo con ordine partendo dalla più probabile: Ignazio Abate e Davide Calabria sono i naturali sostituti del terzino infortunato. Sia in una difesa a 4 che in caso di 3-5-2 i principali indiziati a ricoprire il ruolo di terzino destro, o esterno destro di centrocampo, sono loro. Abate, grazie alla lunga militanza in rossonero e alla propria esperienza, parte in vantaggio rispetto al collega cresciuto nella primavera milanista, tuttavia anche Calabria sarà chiamato in causa sicuramente. Il Milan in questa stagione affronta ben tre competizioni e il numero elevato di partite impone a Montella un fisiologico turnover che non può che coinvolgere anche un ruolo molto dispendioso a livello fisico come quello che sarà ricoperto a turno da Abate e Calabria.

Per sostituire Conti però, Montella può giocarsi un’altra importante carta, soprattutto se, come sembra, si dovesse proseguire senza timore sulla strada del 3-5-2. Non parliamo, come ipotizzato da qualcuno nelle ultime ore, né di Suso né di Giacomo Bonaventura. Questi due giocatori non hanno nelle loro corde lo spirito di sacrificio necessario ma soprattutto una resistenza fisica tale da poter ricoprire il ruolo con le dovute garanzie in entrambi le fasi di gioco, specialmente in quella difensiva. La sorpresa di Montella ha un nome poco esotico ma molto pratico: Fabio Borini. L’ex giocatore del Sunderland ha proprio nelle sue corde, a differenza del collega spagnolo e di Jack Bonaventura, le caratteristiche idonee ad interpretare il ruolo di quinto di centrocampo a destra. Per il momento è solamente una suggestione, ma chissà che Montella non sorprenda tutti nel prossimo futuro, lanciando proprio Fabio Borini nella mischia come sostituto di Andrea Conti.

 E AL FANTACALCIO?

Innanzitutto il consiglio principale è quello di svincolare immediatamente, o comunque il prima possibile, Andrea Conti. Come detto poco sopra il laterale italiano ha concluso la stagione, i tempi di recupero dall’infortunio sono di circa 6 mesi, a cui andrà aggiunto tutto il tempo per riprendere la condizione adatta a disputare gare d’alto livello agonistico. Non vi conviene aspettarlo, sostituitelo il prima possibile. Detto ciò, Abate, Calabria e anche Borini sono profili che al fantacalcio hanno ben poco da offrirvi. Un loro acquisto non è caldeggiato, se non in leghe molto numerose come scommesse da ultimi slot.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy