Torino, Mazzarri vuole un Baselli alla ”Hamsik”

Torino, Mazzarri vuole un Baselli alla ”Hamsik”

Mazzarri sta lavorando al suo 3-5-2 con Baselli incursore, lo stesso ruolo che vide esplodere Hamsik nei primi anni di Napoli

di Francesco Spada, @MoradinGE

Il Torino di Mazzarri è in costruzione ma ci sono le prime indicazioni su chi potrà essere un giocatore rivelazione la prossima stagione. Il tecnico sta puntando molto su Baselli, cercando di lavorare sulla sua testa per tirare fuori quella cattiveria che nel 2016 l’ex tecnico Mihajlovic lo accusò di non avere ( “E’ l’unico bergamasco che conosco che non ha la cattiveria. E’ l’unico centrocampista di grande qualità, ma non ha il fuoco negli occhi. E’ una cosa che gli ripeterò finchè non la capirà. Spero per lui e per noi che la capisca presto.”).

Per il centrocampista granata sono state rifiutate offerte interessanti su indicazioni dello stesso tecnico, nel 3-5-2 è stato provato in tutti i 3 i ruoli fornendo prestazioni altalenanti anche a causa della preparazione fisica. L’obiettivo è quello di rendere Baselli un punto di riferimento della squadra viste le sue indiscusse doti tecniche.

TORINO, IL RENDIMENTO DI BASELLI

Stagione 2017/2018 MV 5,9 FM 6,21 Gol 4 Ass 0 Amm 11 Esp 1
Stagione 2016/2017 MV 6,14 FM 6,50 Gol 6 Ass 3 Amm 5 Esp 0
Stagione 2015/2016 MV 5,92 FM 6,22 Gol 4 Ass 1 Amm 6 Esp 0

Il rendimento degli anni a Torino di Baselli non è stato niente male: media voto vicino alla sufficienza e qualche bonus ma Mazzarri da lui si aspetta quel salto di qualità che ancora manca e che potrebbe portarlo anche stabilmente nel giro della nazionale.
Le incognite però, saranno, molte sia a livello di modulo gioco che a livello di mercato: la situazione di Iago Falque (forse in uscita) e Ljajic potrebbe scombussolare un pò i piani, o forse essere proprio il trampolino di lancio per il giovane bergamasco: con il 3-5-2, infatti, Baselli sarebbe adibito principalmente alla fase offensiva e ad inserirsi come mezzala di interdizione, mentre con il 3-4-3 dovrebbe coprire di più viste la contemporanea presenza in campo dei sopracitati.

TORINO, IL NOSTRO CONSIGLIO PER LA STAGIONE 2018/2019

Ecco cosa ne pensano i nostri esperti che lo hanno inserito nelle possibili sorprese della stagione:

Daniele è considerato un giocatore fondamentale per Mazzarri, che lo considera importante per il suo scacchiere tattico: se, infatti, la difesa sarà fissa, il reparto di centrocampo dovrà invece essere molto camaleontico e, per fare ciò, serve gente come l’ex Atalanta, in grado di fare il tuttocampista, coprire quando serve e attaccare se necessario. Proprio quest’ultima caratteristica è la principale del giocatore, che si inserisce spesso e prova molte volte il tiro da fuori; con il 3-5-2 sarebbe un consigliato, ma il fatto che Mazzarri stia provando più moduli e che questi siano interscambiabili tra di loro anche a gara in corso, ci propende ad inserire Baselli tra le possibili sorprese: con il 3-4-1-2, infatti, dovrebbe rinunciare maggiormente ad attaccare ed aiutare Rincon in copertura. Lo scorso anno, poi, non ha ripagato pienamente la fiducia riposta in lui dai fantallenatori, quindi preferiamo rimanere cauti, anche se la speranza è ovviamente quella che arrivi il tanto atteso salto di qualità.”

Per lui, nonostante tutte le soluzioni possibili e immaginabili, si prospetta comunque una stagione importante.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy