Fantacalcio Mantra: ruoli, principali novità 2017/2018

Fantacalcio Mantra: ruoli, principali novità 2017/2018

Salve a tutti e bentrovati! Pronti per una nuova stagione? Anche voi non vedete l’ora di ricominciare? E allora tutti pronti, con foglio e penna alla mano, che chi ben comincia è già a metà dell’opera!

di gloreti

Stesso posto, stessa storia, stesso Bar…potrebbe riassumersi così l’estate di molti di noi, povere anime perdute in cerca di aria condizionata e parcheggi al mare, dell’ultimo talento venuto dagli Urali e preso dalla Sampdoria o l’ennesimo sudamericano entrato a far parte della scuderia dei Pozzo. Mai come quest’anno il calciomercato sta regalando e continuerà a regalare emozioni, ma in questo momento per tutti i Fantallenatori la preoccupazione è sicuramente un’altra: quali sono le novità riguardo ai ruoli Mantra dei nostri beniamini?

Sicuramente le maggiori novità riguardano i centrocampisti e gli attaccanti, anche se tra i difensori vi è da sottolineare che Conti è rimasto Dd/E, stesso ruolo di J. Sala, il quale non è più un centrocampista.

Tra i centrocampisti, si può notare fin da subito come molti degli addetti ai lavori abbiano cambiato leggermente il proprio ruolo come Pellegrini, non più M, peculiarità che invece ha acquisito Gagliardini, ora schierabile anche davanti alla difesa. Proseguendo, si può indicare come Baselli e Bastien abbiano perso la qualità di T e come De Paul abbia perso la qualità di C.

Inoltre si segnala il cambiamento di Joao Mario, non più W, ma anche Felipe Anderson, che non ha più la caratteristica della T, che invece ha acquisito Iago Falque, che può adesso giocare dietro le punte.

Altre segnalazioni possono essere Castro, non più W ma anche Praet che adesso è C/T , come il compagno di reparto Verre, anch’egli diventato C/T e Spinazzola, ora solo E.

Passando agli attaccanti, la novità più importante è sicuramente il cambio di ruolo del Papu Gomez, da adesso non più schierabile anche come W ma solo come A, e questo sarà un duro colpo da digerire per tutti i fan della Papu dance. Infatti, non essendo più un possibile centrocampista nel 442, 4411 o nel recente 352, la seconda punta dell’Atalanta dei miracoli dello scorso anno perderà sicuramente il suo appeal in fase d’asta ma occhio a lasciarlo andare troppo a cuor leggero.

Continuando, non si può non notare come Mertens, dopo la “cura Sarri”, sia stato spostato tra i Pc e Callejon, ora solo A e non più W. Inoltre, Mandzukic spostato tra le A e non Pc. Infine, Chiesa che, oltre ad essere rimasto A, ha aggiunto la W tra le sue skills.

Con questo per adesso è tutto e non mi resta che augurarvi a tutti buono studio e buona asta!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy