La Roma che non ti aspetti: ecco l’opera di DI Francesco

La Roma che non ti aspetti: ecco l’opera di DI Francesco

Analisi tattica, gerarchie e preferenze per inquadrare la Roma in ottica fantacalcio

Ci siamo: la Serie A, dopo la debacle della Nazionale italiana nello spareggio di Russia 2018, torna e ripropone match interessanti. Ecco la situazione in casa Roma, con gerarchie, consigliati e giocatori da evitare.

Un mosaico marchiato Eusebio Di Francesco

> PORTA: TUTTO SU ALISSON

La situazione portieri è forse quella di più facile interpretazione: la definitiva esplosione di Alisson ha relegato Skorupski a vice sancendo, semmai ce ne fosse stata la necessità, una patria potestà sulla porta giallorossa da qui a… chissà.
FANTA > Il brasiliano rappresenta un ottimo investimento a breve termine ma soprattutto per chi gioca con riconferme, Skorupski potrebbe non essere interessato a rimanere a fare il vice. Dietro Lobont.

> DIFESA: MOVE THAT BUS!

KolarovQuando Eusebio Di Francesco si è seduto sulla panchina giallorossa molte voci si sino susseguite, soprattutto quelle legate ad una scarsa tenuta difensiva. L’atteggiamento dimostrato negli anni di Sassuolo aveva messo sotto osservazione soprattutto le marcature a zona sui calci piazzati, ed un atteggiamento molto “zemaniano” del tecnico abruzzese, tanto da sentirsi apostrofato come “figlio di Zeman”.

Ed invece la Roma ha portato a casa prestazioni solide e convincenti, soprattutto nel reparto difensivo, con una linea (spesso a 4 raramente a 3, fatta di diagonali e marcature, spesso anche a uomo.
Recuperati al livello tattico e fisico calciatori come Juan Jesus e Fazio, la Roma ha trovato la sua quadratura con un inserimento di esperienza come Kolarov.
Il recupero di Florenzi a destra lascerà respirare B.Peres che si dimostra ancora impreparato in alcune situazioni.
Quasi pronto il recupero di Palmieri, finita invece la stagione per Karsdorp che è stato operato al ginocchio per la riscotruzione del LCA.

FANTA > L’inizio di stagione di Kolarov ha messo tutti in guardia, per chi no lo fosse, sulle qualità che il serbo può regalare alla Roma: insieme a Ghoulam è uno dei difensori più continui e prolifici del torneo e merita certamente la nomina di top.
Si può puntare sicuramente sul rendimento da MOD di Manolas e Fazio, un pò meno sulle performance di Juan Jesus e soprattutto Peres.
Alessandro Florenzi è per veri “lovers” del gioco: il buon trottolino può fare bene anche da difensore e, visto l’infortunio a Karsdorp, rischia di essere il TD titolare.
Lasciate perdere Moreno ed anche Palmieri se cercate titolarità.

> CENTROCAMPO: PORTE GIREVOLI, OCCHIO AL TURNOVER

Il mercato estivo non ha intaccato la corazzata giallorossa, soprattutto nel cuore del gioco dove Nainggolan, De Rossi e Strootman rappresentano tuttora Nainggolandelle belle certezze. L’avvio ha innescato dubbi soprattutto sull’asso olandese che, la netto di un apporto di bonus basso ma in media con le aspettative, non sta rendendo al livello di MV. Bene l’avvio di Lorenzo Pellegrini che è considerato di fatto il primo ricambio.
La sorpresa?! Gerson: EDF ha saputo rivalutare il calciatore brasiliano che, ad oggi, è una bella certezza pur essendo difficile prevederne impiego e bonus.

FANTA > Nainggolan rimane il nome più appetibile, subito dopo c’è Perotti, anche se l’ascesa di El Shaarawy ne sta ridimensionando un po il valore.
Seguono Pellegrini e Strootman: è il momento giusto per provare a prendere il centrocampista olandese, prima che torni ai suoi livelli e magari porti bonus.
La scommessa? Gerson, non v’è dubbio…
De Rossi più di Gonalons rimangono appetibili per completare le vostre rose, ma senza grandi aspettative.
Nota a parte merita Gengiz Under: il ragazzo ha grandi doti e talento e potrebbe rivelarsi utile nella seconda metà di campionato, quando il “turnover applicato” di EDF chiamerà in causa anche lui.

> ATTACCO: TRA CERTEZZE E SORPRESE

El Shaarawy - RomaLa stagione è ricominciata da dove era finita per Edin Dzeko: il Cigno di Sarajevo ha inanellato prestazioni condite da gol, facendo ben sperare i suoi possessori.
Il fiore all’occhiello della campagna acquisti di Monchi invece, Patrick Schick, ancora no è stato schierato a causa dei problemi fisici che l’hanno fermato in estate, ma il ruolo di esterno destro sembra destinato a lui nel lungo periodo.
Nel breve termine Perotti ed un sorprendente El Shaarawy sono gli indiziati principali a completare un tridente che si sta ben disimpegnando in ottica realizzazioni. Dietro Defrel che tra un acciacco fisico ed un altro non ha trovato continuità e quindi spazio.
Largo a destra, nel tridente, c’è bagarre: El Shaarawy (o Perotti chi dei due non gioca a sinistra) Schick, Under, Defrel e persino Gerson si contendono una maglia. Occhio quindi a chi scegliere…

FANTA > Se Dzeko rappresenta la certezza sotto l’aspetto di presenze e di realizzazioni, Perotti e soprattutto El Shaarawy si sono conquistati il posto sul campo convivendo l’allenatore schierandoli in un tridente che ha messo a segno 12 reti in campionato. Tutte le alternative rappresentano delle scommesse più o meno abbordabili, ma che possono essere inserite in rosa con dovuti accorgimenti.
Parlando di slot che possono andare dal 3° in poi ecco la classifica di preferenza: Schick e subito dopo Defrel

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy