La partenza delle neopromosse: Benevento, Spal, Verona, chi puntare al fantacalcio?

La partenza delle neopromosse: Benevento, Spal, Verona, chi puntare al fantacalcio?

Proponiamo un’interessante analisi sull’avvio delle neopromosse Benevento, Spal e Verona, con relativi spunti fantacalcistici, derivanti da queste prime 3 giornate.

Commenta per primo!

Le neopromosse sono da sempre fonte di studio da parte dei fantacalcisti: scovare giocatori da bonus o anche dei semplici titolari fissi, in una Serie A ormai piena di turn-over soprattutto nelle big, fa molto comodo. Passate queste prime tre giornate è possibile già trarre qualche spunto su Benevento, Spal e Verona. Ecco qui di seguito la nostra analisi squadra per squadra.

BENEVENTO

SCUDETTOBENEVENTOPartiamo dal Benevento. I sanniti, grazie ai play-off, dopo 87 anni sono riusciti ad approdare nella massima serie. Candidata ad essere il fanalino di coda del campionato si trova a zero punti dopo le prime 3 giornate; tuttavia questo score non è del tutto meritato, poiché qualcosa di buono si è visto. Scopriamo cosa c’è di interessante dal punto di vista fantacalcistico nelle “streghe”.

In porta la gerarchia è ben definita. Il titolare è Belec che si è ben disimpegnato in queste prime uscite. Difficilmente però il portiere potrà portare a casa con continuità l’imbattibilità, ma sembra essere adatto al modificatore; la sua media voto è di 6,5 niente male come avvio. Ha subito 4 gol in 3 partite, può essere una buona scelta per affiancarlo ad un altro portiere sfruttando gli incroci.

In difesa capitan Lucioni detto “Lo Zio”Venuti hanno disputato tutti i 270 minuti. Sembra a questo punto che i due siano dei titolari fissi; il primo ha una MV del 6 e il secondo del 5,82, e sono delle ottime pedine schierabili in momenti delicati della stagione, quando avrete molti indisponibili. Andrea Costa, dopo le prime due da titolare, è stato accantonato in favore del nuovo acquisto Antei, che sembra essere avanti nel ballottaggio viste anche le scialbe prestazioni del primo. Un po’ incerta la situazione del terzino sinistro: Letizia sembra essere avvantaggiato, ma Di Chiara ha destato una migliore impressione, resta pertanto serrato il ballottaggio. Chiudiamo con una nota a margine, una vecchia conoscenza del nostro calcio, Lazaar, ha esordito subentrando al 66′ al posto di D’Alessandro, mantenendo la posizione di esterno sinistro alto. Il marocchino ha convinto prendendo un bel 6,5, chissà che non possa essere una bella rivelazione vista la posizione che ricopre in campo.

Passando al centrocampo, la stella di questo Benevento è sicuramente Amato Ciciretti, suo l’unico gol siglato all’esordio contro la Sampdoria. Con la FM di 7,5 e la titolarità non in discussione si rivela un’ottima alternativa ai vostri big di centrocampo. Sull’altra fascia troviamo D’Alessandro, anch’egli appetibile, ma come abbiamo detto prima può soffrire la concorrenza di Lazaar che garantisce anche più copertura. Resta comunque lui il titolare nel breve periodo, avendo ben convinto in questo inizio di campionato con una FM di 6,17. Tra i centrali, Cataldi è saldo al suo posto e con un’onesta FM del 6 possiamo consigliarlo come ultimo slot a basso costo. E’ stato coadiuvato nelle prime due uscite da Del Pinto, e nell’ultima da Memushaj. Sinceramente, vista anche l’incertezza della titolarità, sconsigliamo di acquistarli entrambi, poiché anche il non citato Chibsah, avrà possibilità di giocarne.

In attacco la situazione è molto ingarbugliata, nonostante abbia deluso all’esordio noi consigliamo Iemmello. Le possibilità di salvezza passeranno dai suoi gol ed a lui il fiuto non manca di certo. Sconsigliamo invece, a meno di leghe molto numerose, l’acquisto dei vari Armenteros, Coda e Puscas, i quali ruotando porteranno comunque a modo loro delle presenze.

S.P.A.L.

Passiamo adesso alla nota più lieta di questo avvio di campionato. Gli estensi hanno fatto un calciomercato di livello, e stanno raccogliendo i frutti con ben 4 punti in 3 difficili partite (Lazio, Udinese ed Inter).

Tra le neopromosse la porta più affidabile sembra quella della Spal. Il titolare è Meret che però non scenderà in campo almeno sino all’ottava giornata, a causa di una fastidiosa pubalgia. Ecco che è salito così in cattedra Gomis, un secondo portiere di assoluto livello. Per adesso è consigliabile averli in coppia, ma alla lunga il giovane Meret dovrebbe essere il titolare. Il senegalese non sta facendo però rimpiangere la sua assenza, la sua media voto è di 6,67 nonostante abbia subito 4 gol in 3 partite. Affidarsi alla porta della Spal può essere una scelta vincente, affiancandola ovviamente ad un buon incrocio.

In difesa il centrale Vicari è il centrale inamovibile della retroguardia. Con una MV del 6,33, si è rivelato una lieta sorpresa che ha fatto felici quei pochi che avevano puntato su di lui. Ai suoi lati dovrebbero giocare Felipe ed Oikonomou, ma il condizionale è d’obbligo, poiché si sono messi in luce Salamon e Vaisanen. Per adesso non ce la sentiamo di sbilanciarci sulle gerarchie, servirà qualche giornata in più per valutare meglio. Insieme a Vicari tra i consigliabili c’è anche Filippo Costa: agirà come esterno sinistro del centrocampo a 5 ed è quindi colui che potrebbe portare più bonus tra i difensori della Spal. Mattiello sembra essere la sua riserva, è infatti sceso in campo solo quando Costa era indisponibile.

Passando al centrocampo, i titolari sono ben definiti. Per ben 3 partite su 3, mister Semplici ha schierato Lazzari esterno destro con Schiattarella, Viviani e capitan Mora al centro. Il più interessante sembra essere il gioiellino Lazzari, a suon di buone prestazione e del gol messo a segno, vanta una FM di 8. Molto bene anche il capitano Mora, il quale ci mette grandissima grinta e cuore, pur non essendo propriamente un giocatore da fantacalcio vista la scarsissima propensione al bonus. Garantirà molte presenze e per adesso una FM di 6,5. Meno appariscente invece il lavoro di Schiattarella, che resta comunque consigliato per avere un tappabuchi dal voto sicuro. Il più atteso, Viviani, è stato invece il più deludente del reparto sin qui, ma siamo certi possa riprendersi e rivelarsi un buon colpo per le vostre fantasquadre vista la sua notevole abilità nei calci piazzati. Tra le riserve, nonostante lo storico gol vittoria di Rizzo nel 3-2 in casa contro l’Udinese, va considerato come un subentrante, nulla più.

In attacco la stella indiscussa della squadra è Borriello. Un ottimo terzo attaccante da alternare ai vostri big. Non ha deluso le aspettative andando subito a segno con la dodicesima maglia diversa in serie A. Al suo fianco si sono alternati Floccari, Paloschi e Antenucci. Per quanto riguarda Floccari, nonostante avesse disputato un ottimo avvio, è stato vittima di un infortunio che lo terrà fermo almeno sino all’ottava giornata. Paloschi invece era arrivato con i galloni da centravanti titolare, ma anche questa volta potrebbe rivelarsi un flop vista l’ingombrante presenza di Borriello; ci ha messo anche del suo con prestazioni tutt’altro che convincenti, raccogliendo una FM di 5. In tutto questo può approfittarne Mirco Antenucci, che sembra la spalla perfetta nel tandem di attacco; ve lo consigliamo come ultimo slot dei vostri attacchi, una scommessa che potrebbe darvi molte soddisfazioni. Anche Bonazzoli avrà qualche chance di rientrare nelle rotazioni, ma per ora non va considerato nelle vostre rose.

HELLAS VERONA

Chiudiamo con quella che doveva essere la migliore delle tre ed invece è la squadra che ha avuto l’avvio probabilmente peggiore dell’intero campionato. Un solo punto raccolto dagli scaligeri (grazie ad uno scialbo 0-0 a Crotone) e ben 8 gol subiti nelle restanti due sfide con Napoli e Fiorentina. Numeri che non fanno ben sperare per il prosieguo del campionato.

Inutile dirvi che sconsigliamo l’acquisto del portiere Nicolas, la cui FM si assesta a 2,67. Le 5 scoppole subite in casa e una prestazione che definire insufficiente è eufemistica, sono un campanello d’allarme troppo grande per essere ignorato. Attendiamo quindi tempi migliori per scegliere il portiere del Verona.

Di riflesso la difesa non ha convinto, al momento risulta difficile consigliare qualcuno. Il meno peggio è sicuramente l’esperto Caceres, nonostante la debacle generale è riuscito nel miracolo di mantenere una FM del 6. A ciò si aggiunge uno status di titolare inamovibile. A voto per 3 partite su 3 (seppur da subentrante nell’ultima) anche Romulo, discorso differente per lui che data la posizione avanzata potrebbe portare molti bonus. Per adesso sono da evitare i vari Ferrari, Heurtaux e Souprayen, i quali risultano anche acciaccati a livello fisico.

Passando al centrocampo, il più talentuoso è Bessa. Non ha però avuto modo di mettersi in mostra in queste prime giornate, noi continuiamo a consigliarlo per gli ultimi slot del vostro reparto, alla lunga porterà soddisfazioni. Saldo del posto sembra anche Büchel, quantomeno per la titolarità, ma vista la scialba FM di 5,5 non escludiamo che Pecchia possa toglierlo dai titolari per provare inevitabilmente a cambiare qualcosa. Evitate allo stesso modo i vari Valoti, Zaccagni, Zuculini.

In attacco il riferimento principe della squadra dovrebbe essere Pazzini. L’unico gol, su rigore, è stato siglato da lui. Sembra essere tornato titolare al centro dell’attacco dopo due panchine consecutive, e la salvezza non può che prescindere dai suoi gol. Sfortunato invece Cerci che sarà ai box per almeno altri due match a causa di una lesione di primo grado al flessore della gamba sinistra; al suo ritorno darà sicuramente il suo contributo. Verde e Fares sembrano dei fedelissimi del mister anche se le prestazioni, soprattutto del secondo, non hanno per niente convinto. Mentre Verde può essere comunque un buon nome per gli ultimi slot, sconsigliamo assolutamente Fares che sembra anche aver subito un infortunio che lo terrà fuori per un bel po’. In tutto questo, la bomba a orologeria a nostro avviso, è Moise Kean. Il gioiellino classe 2000 di proprietà della Juventus, vista la pochezza di gioco espressa unita alle sue importanti doti individuali, può sfruttare queste assenze per prendersi il posto nel tridente. Consigliamo il suo acquisto come ultimo slot scommessa. Più defilato Lee Seung-Woo, proveniente dal Barcellona e definito come il “Messi coreano”, scommessa stuzzicante condita da una tecnica impressionante, ma a differenza di Kean avrà bisogno di più tempo per adattarsi ai ritmi del calcio italiano.

E voi chi avete puntato delle neopromosse? Proverete a prendere qualcuno di questi  nelle vostre future aste?

Fatecelo sapere nei commenti!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy