Inter: il Fantacalcio tra certezze e dubbi, terza puntata

Inter: il Fantacalcio tra certezze e dubbi, terza puntata

In questa terza ed ultima puntata, dopo aver trattato la difesa e il centrocampo, analizzeremo il reparto offensivo interista, che vede in Icardi il suo uomo più importante.

In queste prime 12 giornate l’Inter ha offerto delle prove importanti, conquistando punti pesantissimi in trasferte complicate come Roma e Napoli, o in gare interne, affrontando Fiorentina, Milan e Sampdoria su tutte. Il gioco non sempre ha convinto, ma la determinazione, la fortuna e la concretezza al momento sta premiando gli uomini di Spalletti.

FANTACALCIO INTER: NUMERI E GIUDIZI

Il 4-2-3-1 vede in Mauro Icardi il terminale offensivo principale. Infatti, dei 23 gol messi a segno dalla squadra, l’argentino ne ha realizzati ben 11 ( 8 in casa e 3 in trasferta ), offrendo un contributo fondamentale ai compagni. La riserva del capitano è l’italo-brasiliano Eder, impiegato solo ed esclusivamente a partita in corso e autore di una sola marcatura. Dovendo affrontare due sole competizioni in questa stagione, il mister non si è mai affidato al turnover, per questo Icardi, a differenza di altri bomber risulta essere ancor più appetibile. La MV del 6.62 e la FM del 9.42, colloca Maurito tra i top del Campionato, nonostante in gare come Crotone, Genoa o Benevento, l’attaccante abbia offerto prestazioni non brillantissime. Se c’è un dato che spicca infatti, è proprio quello che il capitano, nelle partite in cui non trova la via del gol, viene spesso penalizzato rimediando voti che non raggiungono la sufficienza. Al di là di questo dato però, il giocatore è imprescindibile in qualsiasi gara. Situazione diversa per Eder, che paga in primis il modulo ad una punta e poi il fatto che l’argentino sia praticamente intoccabile.

FANTACALCIO INTER: COME COMPORTARSI CON L’ATTACCO NERAZZURRO

Dopo aver analizzato i numeri importantissimi del bomber argentino, possiamo dire senza alcun dubbio che siamo di fronte ad uno dei giocatori più decisivi di tutta la Serie A, dando inoltre un senso ai tantissimi crediti investiti all’asta. Il pericolo è quello di poter cedere nei vari mercati di riparazione ad alcune offerte per l’argentino. Come comportarsi quindi in questo caso? L’Inter come detto in precedenza è impegnata solo in due competizioni, quindi, rispetto alle squadre che occupano le prime posizioni, ha più tempo per preparare le gare durante la settimana e soprattutto più tempo di recupero, ragion per cui le sensazioni sono che Icardi, a differenza dei vari Higuain, Dzeko e Immobile, possa avere meno cali fisici e di rendimento. Il consiglio, se avete puntato su Maurito, è quello di portarlo fino in fondo, avendo in rosa il potenziale vincitore della classifica cannonieri.

Discorso differente per Eder, che nelle gerarchie è la prima riserva di Icardi. Infatti se avete investito alcuni crediti per lui, ha senso tenerlo in rosa solo se acquistato in coppia proprio con il capitano. In caso contrario, è meglio cercare o valutare la miglior offerta e tentare di acquistare un giocatore che dia più garanzie in termini di titolarità.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy