Gabriel al Cagliari: cosa aspettarsi al fantacalcio?

Gabriel al Cagliari: cosa aspettarsi al fantacalcio?

Il giovane portiere va in prestito a giocarsi le sue chances da titolare in Sardegna.

Commenta per primo!

Questa settimana si apre con la notizia di un scambio di portieri tra Milan e Cagliari: ai rossoneri arriva il veterano Storari, mentre in Sardegna sbarca il promettente Gabriel in prestito. Mentre il primo andrà a fare la riserva di Donnarumma, per chi gioca al fantacalcio può essere interessante approfondire un po’ la situazione del secondo.

GABRIEL, LA CARRIERA

Classe 1992, tra il 2010 e il 2012 è il terzo portiere del Cruzeiro, squadra dalla quale viene prelevato dal Milan. Da allora rimane sempre tra i rossoneri, venendo però mandato in prestito diverse volte: nella stagione 2013/14 riesce a collezionare 7 presenze con il Milan, subendo 10 gol. L’anno successivo va in prestito a Carpi, con il quale subisce appena 23 gol in 39 partite ed è uno dei protagonisti della storica promozione degli emiliani in Serie A. Nella scorsa stagione viene girato in prestito al Napoli e fa da vice a Reina, giocando una sola partita (Udinese – Napoli 3-1) nella quale ha pesato anche un suo errore. Negli ultimi 6 mesi infine è stato il vice di Donnarumma, e ora si appresta a giocarsi una maglia da titolare a Cagliari.

GABRIEL, UTILITA’ AL FANTACALCIO

Iniziamo a ragionare sulla titolarità: da una parte va considerato che arriva in prestito e dopo un anno e mezzo senza giocare, per cui si presume si sia mosso per fare il titolare; dall’altra starà a lui dimostrare di meritare effettivamente questo ruolo. Rafael infatti non ha demeritato particolarmente quando chiamato in causa, e Gabriel al momento non ha dimostrato molto più rispetto al connazionale, per cui se dovesse iniziare a sbagliare qualche partita di troppo potrebbe iniziare a sentire la concorrenza. In ogni caso almeno all’inizio dovrebbe ragionevolmente essere lui il titolare, eventualmente dopo un brevissimo periodo di adattamento; se poi lo sarà fino a fine stagione, molto dipenderà da come evolverà la situazione.

Per quanto riguarda il rendimento, il portiere del Cagliari sfortunatamente subisce parecchi gol, complice soprattutto una fase difensiva molto carente che ha dato segnali incoraggianti solo nell’ultima partita a Milano, e un po’ anche per colpa dei singoli, dal portiere stesso ai difensori, fino ai centrocampisti. Se il giovane portiere brasiliano dovesse mettersi in luce potrebbe portare buoni voti in ottica modificatore, anche se il numero di gol subiti difficilmente sarà basso; in ogni caso il consiglio è di prenderlo solamente come terzo portiere, o come alternativa al titolare in leghe numerose (dai dieci in su), al momento da schierare solamente in partite molto abbordabili.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy