Focus on – Adam Marusic, Lazio: la scheda fantacalcio

Focus on – Adam Marusic, Lazio: la scheda fantacalcio

Primo squillo di mercato per la Lazio: arriva l’esterno classe ’92 Adam Marusic. Riserva inutile per il fantacalcio, o qualcosa di più?

Come il migliore degli 007, Igli Tare spiazza tutti gli agenti di mercato, e confeziona il primo acquisto per la Lazio: arriva dall’Oostende Adam Marusic, esterno montenegrino classe 1992. Un elemento sconosciuto ai più, ma che evidentemente il ds biancoceleste ha ritenuto valido per il nostro campionato. Visite mediche nella mattinata di oggi, e firma sul contratto con il club capitolino. Varrà la pena spenderci qualche credito al fantacalcio? È arrivato il momento di scoprirlo!


 Titolarità: Sufficiente
Salute: Ottimo
Bonus: Buono
No Malus: Ottimo
Lega a 8: 8° slot
Lega a 10: 8° slot


ADAM MARUSIC – CARRIERA E CARATTERISTICHE TECNICHE

Marusic nasce nel 1992 a Belgrado, ma sceglierà successivamente, date le sue origini, di giocare per la nazionale del Montenegro, con la quale mette a referto ben 15 presenze. Cresce nei club della sua città natale, giocando dapprima nelle giovanili del prestigioso Partizan Belgrado, poi nel Teleoptik, ed infine nel Vozdovac, la sua squadra di esordio nel mondo del professionismo. Nonostante la giovane età, si mette in luce in entrambe le stagioni giocate con la compagine serba: nel 2012/2013 conquista la promozione nella massima serie del suo paese, ma è nella annata successiva che Adam mostra tutte le sue qualità: 27 presenze, e ben 6 gol e due assist. Numeri che gli valgono la chiamata del KV Kortrijk, club della Jupilier Pro League, la Serie A belga. Indubbiamente un campionato più competitivo, dove però Marusic non delude le attese: 74 partite, 11 gol e tre assist in tutte le competizioni nel biennio con la maglia biancorossa. Il montenegrino inizia così ad essere corteggiato da diversi club, sempre in Belgio: perfino l’ambizioso Genk si mette sulle sue tracce. Ma a spuntarla è il KV Oostende, squadra non nuova ai tifosi della Lazio: infatti è lo stesso team in cui giocava un altro biancoceleste della rosa attuale, ovvero Jordan Lukaku. Nell’ultima stagione, 40 presenze, condite da 5 gol e 6 assist. Rendimento che ha acceso i fari di Tare, che ha deciso così con una delle sue solite operazioni sotto traccia, di portarlo a Roma, per una cifra intorno ai 6 milioni e mezzo di euro più bonus. 5 anni di contratto per lui, che si appresta quindi ad iniziare questa nuova avventura italiana.

Ma passiamo adesso al lato puramente tecnico. Parola d’ordine per Marusic è duttilità. Questo perché nasce principalmente come un esterno offensivo di destra, ma che può ricoprire praticamente tutte le zone della fascia, sia in difesa che in attacco, in entrambi i lati di campo. Per intenderci, un giocatore alla Senad Lulic, ma con mezzi tecnici forse migliori. Lo testimoniano il buon numero di gol segnati in carriera, oltre che i diversi assist. Un elemento che sembra perfetto per il nuovo 3-5-2 varato nell’ultima stagione da Inzaghi, e che potrebbe ritagliarsi un buon minutaggio, dati i tanti impegni. Probabilmente le sue carenze maggiori le paleserà in difesa: contenere in Belgio è sicuramente più semplice, c’è più spazio per affondare in avanti. Ma il tecnico biancoceleste potrà plasmarlo e istruirlo a dovere, basti vedere quanto sia migliorato proprio Lukaku, che due anni fa militava nello stesso Oostende da cui proviene Marusic.

ADAM MARUSIC AL FANTACALCIO

Quello che interessa ai fantallenatori è se prenderlo o meno all’asta iniziale nelle proprie fantarose. Molto dipenderà probabilmente dal ruolo in cui verrà listato dalle varie redazioni. Se dovesse essere quotato come un centrocampista, il consiglio è di depennarlo anche dalla lista delle scommesse, dato che comunque è difficile immaginare un apporto di bonus come quello avuto in Serbia e in Belgio. Il discorso cambierebbe abbastanza se dovesse essere inserito invece tra i difensori, dato che potrebbe rivelarsi un azzardo low cost che potrebbe stuzzicare i fantacalcisti più “estrosi”. Quello che preoccupa di più, è il discorso titolarità: la concorrenza è altissima su entrambe le fasce, con Basta e Felipe Anderson a destra, e Lulic con Lukaku a sinistra (questo sempre a patto che nessuno di questi venga ceduto). Gli impegni saranno molti, ma se consideriamo che dovrà affrontare l’impatto con il nostro calcio, e vedersela con giocatori già ampiamente rodati, più di un ottavo slot in leghe da 8 in giù non può essere considerato. Lo stesso vale per leghe da 10 partecipanti in avanti, anche se listato in difesa.

Almeno inizialmente quindi, puntare su Adam Marusic è forse poco auspicabile: ma se siete amanti del rischio, un credito su di lui si può anche investire, consapevoli del fatto che ripagare la vostra fiducia non sarà per niente facile.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy