FantaStatistiche – Come si segna in Serie A

FantaStatistiche – Come si segna in Serie A

Abbiamo analizzato come segnano i principali attaccanti del campionato, da quale zona di campo sono più pericolosi, chi segna più in casa e chi trova la via del goal più facilmente fuori casa.

di Graso

“Le statistiche sono un supporto analitico per chi osserva e giudica un evento sportivo ormai da qualche decennio. Negli ultimi tempi, però, si è rincorsa l’utopia di sintetizzare la realtà attraverso un solo numero, immediatamente consultabile e di per sé trasparente.”

La settimana scorsa abbiamo parlato dei giocatori che arrivano maggiormente alla conclusione in Serie A. In  questo numero analizzeremo alcuni dati statistici sui finora 255 goal realizzati in Serie A.

FANTACALCIO: COME SI SEGNA IN SERIE A

Dei 255 goal realizzati in 89 partite di Serie A: 147 sono stati segnati col piede destro (57,65%), 72 col piede sinistro (28,23%) e 36 di testa o altro (14,12%, autogoal inclusi).

Prendiamo i dati dei nove migliori marcatori della Serie A (per intenderci quelli che hanno messo a segno almeno 4 reti), scomponendo i loro goal tra quelli segnati di destro, quelli siglati di sinistro e quelli realizzati di testa (o altre parti del corpo).

1

Ciro Immobile deve 10 dei suoi 13 goal stagionali al suo caldissimo piede destro, meno utilizzato per concludere il sinistro, buono anche il suo gioco aereo con 2 reti realizzate. Dybala, complice la bassa statura, ha segnato sempre di piede finora, con 9 goal di sinistro su 10: l’argentino è il giocatore che ha realizzato più reti col piede sinistro, precedendo di 6 lunghezze Suso, Iago Falque e Dzeko.

Mauro Icardi, nonostante la sua grande abilità nel gioco aereo, ha realizzato solo un goal di testa (lo scorso anno ne aveva realizzati ben 7), mentre per tutte le altre finalizzazioni decisive si è sempre affidato al suo piede destro. Edin Dzeko è il giocatore che ha distribuito in maniera più equa i suoi goal, 3 di destro, 3 di sinistro e solo uno di testa, poco vista la sua stazza.

Mertens, Thereau e Quagliarella non hanno ancora realizzato un goal di testa, addirittura Thereau ha segnato solo col piede destro, mentre Quagliarella e Mertens hanno segnato una marcatura col loro piede debole.

Callejon è l’unico giocatore in classifica a non aver ancora segnato col piede destro, dato particolare visto che di solito attacca il secondo palo sul lato destro del campo. Roberto Inglese in quest’ultima giornata ha realizzato il suo primo goal di piede segnando il calcio di rigore del temporaneo 2-1 nel derby di Verona; in totale solo 28 giocatori hanno segnato almeno un goal di testa, Inglese e Cristante ne hanno realizzati 3, Immobile e Callejon ne hanno realizzati 2, i restanti 24 giocatori hanno realizzato solo un goal di testa.

FANTACALCIO: DA CHE POSIZIONE SI SEGNA IN SERIE A

Nello scorso numero di Fantastatistiche abbiamo fatto presente che ogni tiro è diverso dall’altro e una discriminante importante per determinare la pericolosità è data dalla zona in cui viene scoccato il tiro: infatti è risaputo che le probabilità di segnare aumentano in area di rigore. Dopo 810 minuti di Serie A, 219 dei 255 goal sono stati realizzati da tiri effettuati nell’area di rigore (86% del totale), mentre solo 36 reti sono state realizzate su tiri provenienti da fuori area.

2

Il fatto che Immobile, oltre ad essere il capocannoniere, sia anche il giocatore che più di tutti ha segnato in area di rigore ci fa capire che i goal totali e quelli in area di rigore sono due dati strettamente correlati tra loro. Dietro Immobile c’è Icardi, che ha segnato sempre e solo negli ultimi 16 metri in questo campionato, così come Thereau e Quagliarella.

Mertens, come già visto la settimana scorsa, ha aumentato il numero dei suoi tiri in area di rigore, così come sono aumentati i suoi goal all’interno di essa. In questa classifica di rapaci dell’area di rigore, solo Dzeko e Dybala mettono a segno qualche goal anche da fuori area, dimostrando un set realizzativo più vasto e meno ancorato alla sola area di rigore.

3

Fuori area Dybala è il giocatore che ha segnato di più con 3 centri messi a segno. Solo in quattro hanno messo a segno più di un goal da fuori area, come si evince dalla tabella soprastante. Interessante vedere come la classifica per 4/5 sia composta da giocatori di Juventus e Roma, che sono le squadre che più hanno trovato il goal fuori dai 16 metri.

Dietro questa top 5 di cecchini ci sono altri 25 giocatori che hanno realizzato un solo goal da fuori area, tra cui spiccano Verdi, Ljajic, Mertens, Birsa, Palacio, Chiesa, Joao Pedro, Milinkovic-Savic, Veretout e Luis Alberto.

BOMBER CASALINGHI E BOMBER DA TRASFERTA

In questo campionato le squadre che hanno giocato in trasferta hanno messo a segno 117 reti, record storico per la Serie A: mai si è segnato così tanto fuori casa. Invece le squadre in casa hanno realizzato 138 reti (54,11% del totale), numero che ribadisce l’esistenza del fattore campo, anche se meno vigoroso rispetto al passato.

4

In testa alla classifica interna dei marcatori troviamo Icardi e Immobile in condominio; se il dato di Immobile è tutt’altro che sorprendente, visti i 13 goal realizzati finora, Icardi si conferma sempre più bomber tra le mura amiche, confermandosi sulla stessa media dello scorso anno (16 goal su 24 in casa) di due goal su tre segnati in casa.

Anche Mertens risulta più decisivo tra le mura amiche, per lui 5 goal su 7 in casa. Thereau finora ha segnato metà delle sue reti in casa, mentre le sue reti in trasferta sono arrivate solo da calcio di rigore. Luis Alberto finora ha esultato alle sue reti solo davanti ai suoi tifosi. Dzeko e Quagliarella si confermano prevalentemente bomber casalinghi, ma sanno far male anche fuori dalle mura amiche.

Gli 8 giocatori in questa classifica sono gli unici che hanno realizzato almeno 3 goal in casa, dietro di loro ci sono altri 22 giocatori che hanno realizzato due marcature casalinghe; tra questi spiccano: Higuain, Gomez, Perisic, Castro, Inglese, Zapata, Mandzukic, Petagna, Linetty, Caldara e Kalinic.

5

Anche la classifica dei bomber da trasferta è regno di Ciro Immobile, che al momento è in uno stato di grazia tale per cui non fa differenza tra il giocare in casa o in trasferta. Dietro di lui Dybala, che ha esultato il 60% delle volte lontano dallo Juventus Stadium (o Allianz Stadium); decisamente più staccati gli altri quattro giocatori che hanno realizzato almeno tre goal in trasferta.

Khedira è entrato in questa classifica grazie alla tripletta rifilata all’Udinese nell’ultimo turno di campionato: dopo questo turno la Juventus è la squadra che ha realizzato più goal in trasferta in questo campionato, ben 14. Thereau in trasferta ha segnato solo su rigore. Callejon è il miglior realizzatore del Napoli fuori casa, con 3 goal su 4 realizzati lontano da casa. Dzeko e Icardi, pur risentendo del fattore campo sulle loro medie realizzative, si rivelano comunque trascinatori delle loro compagini anche fuori casa.

Dietro queste eccellenze da trasferta ci sono ben 15 giocatori ad aver realizzato almeno due goal in trasferta: Quagliarella, Pazzini, Brozovic, Mertens, Insigne, Simeone, Palacio, Inglese, Kolarov, Ghoulam, Iago Falque.

La differenza tra rendimento casalingo e rendimento da trasferta guida molte scelte dei fantallenatori in fase di scelta della formazione, spesso prediligendo chi gioca in casa. Il fattore campo esiste, ma si sta lentamente sgretolando, perciò è importante saper leggere bene le situazioni, così da capire al meglio chi è in grado di far bene in trasferta come fosse in casa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy