FantaStatistiche – Portieri

FantaStatistiche – Portieri

Dopo 900 minuti di campionato quali sono i portieri più affidabili della Serie A?

di Graso

“Le statistiche sono un supporto analitico per chi osserva e giudica un evento sportivo ormai da qualche decennio. Negli ultimi tempi, però, si è rincorsa l’utopia di sintetizzare la realtà attraverso un solo numero, immediatamente consultabile e di per sé trasparente.”

Nei primi tre numeri di FantaStatistiche abbiamo analizzato diversi aspetti del +3: l’efficienza realizzativa, quali giocatori tirano di più, con quali parti del corpo, da che posizione si segna e quanto si segna in casa e in trasferta.

In questo numero tratteremo di portieri e degli aspetti che li rendono fantacalcisticamente interessanti. Il portiere è la principale fonte di malus delle fantasquadre, in alcune leghe però il portiere imbattuto può portare bonus e se ha una buona media voto può contribuire al modificatore difesa.

GOAL SUBITI

Innanzitutto abbiamo selezionato i portieri attualmente titolari delle 20 squadre di Serie A e analizzato quanti goal subiscono ogni 90 minuti (visto che molti portieri hanno giocato 10 partite, per scoprire il numero dei goal realmente subiti basta una semplice moltiplicazione per 10). Non abbiamo fatto distinzione tra goal subiti su azione o su rigore in quanto parleremo di rigori in un altro numero della nostra rubrica.

1

Attualmente la classifica dei goal subiti per portieri mette in testa Alisson della Roma, che ha subito solo 5 reti ed è ancora imbattuto in trasferta; in questo inizio di stagione si sta confermando come una delle migliori chiamate per il ruolo di portiere.

Dietro di lui con 7 reti subite a testa abbiamo il duo Handanovic-Reina, che sono i portieri titolari delle prime due squadre in classifica, nonostante le sole 7 reti subite i dati che si celano dietro a questi due numeri uno sono profondamente diversi.

Oltre un goal ogni 90 minuti troviamo ben 13 portieri, tra cui nomi importanti come Buffon, che paga una difesa meno solida rispetto i precedenti campionati, con già 9 goal al passivo. Buoni i dati di Sportiello, Strakosha e Mirante, che si stanno rivelando al di sopra delle attese con poco più di un goal subito ogni 90 minuti. Puggioni si sta rivelando un più che discreto supplente di Viviano.

Donnarumma, portiere più pagato della Serie A, finora ha raccolto il pallone dal fondo della sua rete ben 14 volte: quella che doveva essere la stagione della sua consacrazione si sta rivelando ricca di insidie, anche a causa dei problemi di tenuta difensiva (in transizione negativa e in area di rigore) della sua squadra.

Berisha, Sorrentino e Consigli si stanno ancora una volta confermando come ottimi mestieranti di categoria. Sirigu, pur con 17 goal subiti, e Gomis (19) hanno dalla loro una grande mole di tiri subiti. Discreti i numeri di Consigli, Cragno e di Perin, quest’ultimo ripresosi al meglio dall’infortunio al ginocchio.

In fondo alla classifica troviamo con 2 goal a partita Cordaz e Brignoli, col portiere sannita che da 3 giornate ha preso il posto a Belec, ma che finora ha subito 6 goal. Chiudono la classifica Nicolas e Bizzarri, quest’ultimo dalla sesta giornata ha sottratto la maglia da titolare al compagno Scuffet che nello stesso numero di partite aveva subito 10 reti (2 a partita).

CLEAN SHEETS (IMBATTIBILITA’)

In alcune leghe il portiere imbattuto dà diritto ad un bonus imbattibilità, quindi il suo ruolo assume ancora maggiore importanza all’interno del fantacalcio.2

Dei venti portieri analizzati prima abbiamo dunque visto quante volte questi siano riusciti a concludere la partita con la rete inviolata.

Spicca ancora una volta Alisson, mai trafitto in trasferta, ma che in casa solo una volta ha raggiunto il bonus portiere. Dietro di lui ancora una volta Handanovic e Reina con 5 clean sheets, in pratica uno ogni due gare. Dietro di loro Consigli che, nonostante un avvio di stagione travagliato del Sassuolo, ha chiuso ben 4 volte la porta ai propri avversari, piazzandosi quarto in questa classifica.

A quota 3 troviamo: Puggioni (9 partite giocate), Sportiello, Strakosha, Donnarumma e Nicolas.

Solo due imbattibilità per: Bizzarri (una in più del compagno Scuffet), Buffon (le stesse della sua riserva Szczesny), Mirante, Sorrentino, Perin, Sirigu e Cordaz. A quota uno: Berisha e Gomis, quest’ultimo solo alla prima giornata di campionato non ha subito reti. Unico portiere ancora a zero Brignoli, complici le sole 3 partite disputate a difesa della porta dell’ultima in classifica (anche Belec non ha mai concluso una partita con la rete inviolata).

ANALISI DELLA GRIGLIA PORTIERI

Quando si tratta di scegliere il portiere, i fantallenatori o scelgono come portiere della loro squadra l’estremo difensore di una grande, che sulla carta dovrebbe subire pochi goal (ad esempio Buffon o Reina) comprese le relative riserve; oppure si affidano alla griglia portieri alternandoli di giornata in giornata e schierando quasi sempre il portiere che gioca in casa e/o il numero 1 che ha la partita più semplice.

Abbiamo dunque analizzato alcuni degli incroci low-cost di questo campionato (abbiamo escluso gli incroci Inter- Milan, Juve- Torino e Roma-Lazio), selezionando per squadra solo i rendimenti casalinghi, visto che di solito le squadre in casa subiscono goal; avevamo parlato del fattore campo proprio in settimana nel precedente numero di FantaStatistiche.

3

Oltre agli incroci completi (quelli di totale alternanza, a 38 partite) abbiamo selezionato anche alcuni incroci low-cost da 36 e 34 partite.

Napoli-Bologna, pur non essendo un incrocio completo e neanche a bassissimo costo, si è rivelato finora il più redditizio.

Degli incroci a 38 partite, il più sconveniente è quello delle squadre di Verona. Uno dei più interessanti ad inizio stagione era quello tra Fiorentina e Udinese, ma si sta rivelando vantaggioso solo grazie alle prestazioni di Sportiello. L’incrocio con le genovesi sta portando buoni frutti solo grazie alla Sampdoria, con solo due reti subite in casa. Abbastanza equilibrato quello tra Bologna e Spal, anche se i 17 goal subiti in casa da entrambe le compagini non sono proprio pochi. Interessante l’incrocio Benevento-Sassuolo, che a fronte di una bassissima spesa sta offrendo anche una discreta resa.

Degli incroci asimmetrici, molto equilibrato e povero di malus è Cagliari-Torino, infatti entrambe le squadre in casa non hanno subito moltissimi goal ed hanno portato a casa anche due imbattibilità.

Buono anche Crotone-Lazio, infatti tra gli incroci analizzati è quello con il più alto numero di imbattibilità casalinghe, ben 4. Certamente il peggiore finora è quello tra Genoa ed Hellas, infatti entrambe le squadre hanno subito finora 21 reti casalinghe, già meglio il corrispondente Chievo-Sampdoria.

% PARATE

Il bonus o il malus può condizionare il voto del portiere, ma soprattutto nelle leghe con modificatore il voto semplice del portiere può fare la differenza e anche coprire col bonus del modificatore eventuali malus derivanti da goal subiti. Un parametro che può far sì che un portiere prenda un buon voto sono le parate che questi riesce a fare in una singola gara, soprattutto se decisive ai fini del risultato. Semplicemente, un portiere che ha un’elevata percentuale di parate in relazione ai tiri subiti avrà dunque maggiori possibilità di aspirare ad un voto più alto.

Per questo motivo abbiamo elaborato una tabella che ci indica quali siano i portieri più efficaci nel fronteggiare le conclusioni avversarie.

4

Anche in questa classifica Alisson si rivela la migliore scelta con oltre l’84% di parate eseguite, l’unico a sfondare il muro dell’80%. Dietro il portiere giallorosso c’è Handanovic, che ha subito due reti in più del collega giallorosso subendo anche due tiri in meno. Lo seguono molto da vicino Strakosha e Puggioni: quest’ultimo è il portiere che ha fatto più parate di tutti, ben 38.

Sotto il muro del 70% troviamo Reina che, pur essendo il secondo portiere meno battuto del campionato, ha subito 7 reti subendo solo 20 tiri in porta. Ben 9 portieri si attestano tra il 66% e il 60%, tra cui troviamo Nicolas, il portiere più sollecitato di questo campionato: dei 58 tiri che ha dovuto fronteggiare, 22 sono diventati goal (il 37,94%).

Sorprendentemente sotto il 60% sia Buffon che Donnarumma, il che ci fa capire come le loro squadre concedano poche occasioni, ma di qualità ai propri avversari. Mirante, nonostante i pochi goal subiti dal Bologna, incassa in rete quasi la metà dei tiri che subisce.

Chiude la classifica Bizzarri, unico portiere a scendere sotto il 50%, un dato molto simile a quello dello scorso campionato quando vestiva la maglia del Pescara, anche se molto simile a quello del compagno di squadra Scuffet.

Il portiere è da solo e ogni suo errore costa caro, sia alla sua squadra che ai fantallenatori. Quindi fate attenzione quando scegliete il portiere, soprattutto in una lega con modificatore difesa o ancor più con il bonus portiere imbattuto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy