Fantasoccorso: consigli sui dubbi della 26a giornata al fantacalcio

Fantasoccorso: consigli sui dubbi della 26a giornata al fantacalcio

Ecco i dubbi e i ballottaggi più serrati per la 26a giornata del fantacalcio

Eccoci qui in vostro aiuto con il fantasoccorso, per risolvere i dubbi più importanti al fantacalcio.
Siamo alla 26° giornata di campionato. Queste sono le partite del week-end:
Bologna-Juventus
Verona-Chievo
Inter-Sampdoria
Sassuolo-Empoli
Torino-Carpi
Genoa-Udinese
Atalanta-Fiorentina
Frosinone-Lazio
Roma-Palermo
Napoli-Milan

1. 4-3-1-2 per Allegri: turn over in vista della Champions?

Recupera Bonucci che dovrebbe prendere il suo posto al centro della difesa insieme a uno fra Barzagli e Rugani, col primo favorito.
A centrocampo Sturaro, Marchisio e Pogba titolarissimi. Trequartista Pereyra (Cuadrado non al meglio potrebbe partire dalla panchina).
Mandzukic rientrerà in gruppo solo sabato, mentre Zaza sarà titolare. Per affiancarlo, Morata è favorito su Dybala, che potrebbe avere un turno di riposo dopo aver giocato praticamente sempre nell’ultimo periodo.

2. Medel, Kondogbia e Telles squalificati: chi schiererà Mancini?

Handanovic in porta; Miranda, Murillo titolari con D’Ambrosio e Nagatomo sulle fasce.
In caso di centrocampo a 3 oltre a Melo e Brozovic, dato che Mancini non schiera Gnoukuri neanche sotto tortura, potrebbe giocare Perisic come mezzala.
In attacco spazio a Icardi e Palacio (gran momento di forma per lui) con uno fra Eder e Ljajic con l’italo-brasiliano netto favorito.

3. Berardi in dubbio, Trotta titolare?

Di Francesco non è contento del fatto che gli attaccanti non concretizzino e nella partita contro il Chievo li ha mandati tutti e sei in campo nel corso della partita. Partiamo dalla sinistra dove ci sarà sicuramente Sansone che per rendimento è il miglior attaccante della squadra in questo momento. D’altra parte è difficile pensare che venga “forzato” un altro attaccante in un ruolo non adatto alle sue caratteristiche. A destra invece dovrebbe spuntarla Berardi, che dopo due giorni di lavoro differenziato è tornato ad allenarsi in gruppo, svolgendo anche la consueta partitella del giovedì. Vanno però considerate le tante partite giocate in questo periodo dal talento neroverde, quindi anche se recuperato non è escluso che parta dalla panchina, causa turnover; tuttavia è il favorito per una maglia da titolare.
Al centro dell’attacco il ballottaggio tra Trotta e Falcinelli è molto serrato; Falcinelli ha giocato le ultime due da titolare senza lasciare il segno, questa volta potrebbe essere l’ex Avellino a partire titolare, non è da escludere che possa essere riproposto a sorpresa al centro dell’attacco Defrel.
Nel caso Berardi non dovesse farcela possiamo escludere un utilizzo di Defrel al centro dell’attacco, perché significherebbe avere in panchina solo Trotta e Falcinelli e in campo tre esterni, il che comporterebbe difficoltà nelle sostituzioni.

4. Pinilla o Borriello? Papu Gomez è schierabile?

In attacco dovrebbe ancora una volta spuntarla Pinilla su Borriello.  I due in questione sono ancora in formato natalizio, quindi per il momento non consigliamo di schierarli, a maggior ragione in una partita così complicata. Per di più sono in ballottaggio e non avremo a disposizione la conferenza stampa per saperne di più.
Il Papu Gomez sarà ovviamente titolare, ultimamente sembra girargli tutto male. Resta comunque ampiamente schierabile, soprattuto in casa.

5. Quale sarà la formazione di Pioli post Europa League?

Marchetti sicuro titolare con Bisevac e uno fra Mauricio e Hoedt. Sulle fasce Konko e Radu (in ballottaggio con Lulic).
Biglia intoccabile nel ruolo di regista mentre Parolo, Lulic, Milinkovic-Savic e Cataldi si giocheranno i due posti da mezzala con i primi due naturali favoriti.
In attacco sono tutti purtroppo in ballottaggio: Djordjevic dovrebbe essere favorito dal turnover nei confronti di Matri e Klose; Candreva leggermente avanti ad Anderson sulla destra e Keita in possibile vantaggio su Mauri per la fascia opposta.

6. De Rossi out, Dzeko titolare?

Partiamo dal presupposto che si prevede un pò di turn over soprattutto per giocatori che sono stati sempre impiegati come Perotti, EL Shaarawy e Rudiger. L’indisponibilità di De Rossi obbliga di proseguire con la difesa a 4. Possibile a 3 con l’innesto di Zukanovic vicino a Rudiger e Manolas.
Nainggolan agirà da rifinitore con uno Perotti, Salah ed El Shaarawy che si giocheranno due maglie da titolari (il faraone potrebbe essere il principale indiziato a partire dalla panchina).
Dzeko dovrebbe partire dal primo minuto, anche se potrebbe essere scelto Salah al suo posto, avanzando eventualmente Perotti da “falso nueve” ma sarebbe solo per scelta tattica.

7. Bertolacci o Kucka? Attacco confermato per Mihajlovic?

Kucka è alle prese con una lesione al retto femorale della gamba sinistra e difficilmente recupererà per lunedì. Per questo spazio di nuovo a Bertolacci che continua a non convincere e sarà alle prese con un esame molto difficile.
In attacco nessun dubbio con Bacca che verrà affiancato Niang. Partiranno dalla panchina i tre “desperados” Luiz Adriano, Menez e Balotelli alla ricerca di un sogno di gloria con l’italiano che ha il dovere di smentire sul campo i richiami di Mihajlovic.

8. Turn over della Fiorentina, poche certezze e tanti dubbi.

Le certezze sono quasi tutte concentrate dietro: Tătărușanu in porta, con Roncaglia squalificato in coppa che dovrebbe dunque riprendere posto di fianco a Gonzalo Rodríguez e Astori.
dubbi e i ballottaggi al momento irrisolvibili iniziano sulla fascia destra, dove Bernardeschi si gioca il posto con Błaszczykowski. Berna potrebbe anche essere dirottato sulla sinistra, dove Marcos Alonso sarà squalificato; le alternative più logiche allo spagnolo sarebbero difatti rappresentate dal deludentissimo Pasqual dell’ultimo periodo o da un Tello che sembra troppo offensivo per adattarsi alla copertura dell’intera corsia esterna. In mezzo Badelj, molto più di Tino Costa, potrebbe prendere il posto di uno tra Vecino e Borja Valero che, a propria volta, potrebbe rimpiazzare Iličić o il suddetto Tello sulla trequarti. Trequarti sulla quale, nonostante la lunga squalifica di Zárate, potrebbero essere impiegati anche il già citato Bernardeschi, Mati Fernández o addirittura, in una – comunque poco probabile – situazione di turnover profondo, l’esordiente Kone. Aggiungiamo a ciò il ballottaggio quasi alla pari tra Babacar e Kalinić per una maglia da centravanti titolare, e si capisce che indovinare la formazione gigliata risulta essere in quest’occasione un autentico terno al Lotto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy