Fantasoccorso: consigli sui dubbi della 25a giornata al fantacalcio

Fantasoccorso: consigli sui dubbi della 25a giornata al fantacalcio

Ecco i dubbi e i ballottaggi più serrati per la 25a giornata del fantacalcio

Eccoci qui in vostro aiuto con il fantasoccorso, per risolvere i dubbi più importanti al fantacalcio.
Siamo alla 25° giornata di campionato. Queste sono le partite del lunghissimo week-end:
Lazio-Verona
Carpi-Roma
Empoli-Frosinone
Chievo-Sassuolo

Juventus-Napoli
Milan-Genoa
Sampdoria-Atalanta
Udinese-Bologna
Palermo-Torino
Fiorentina-Inter

1. Torna Candreva? Matri o Djordjevic?

L’infermeria laziale si sta svuotando con Pioli che perde Basta per qualche settimana e Parolo fermato dal giudice sportivo, ma recupera Biglia, Candreva e Kishna più lo squalificato Matri.
In attacco la situazione è incerta in quanto Pioli dovrebbe fare parecchio turnover: Candreva è recuperato e dovrebbe giocare dal primo minuto, mentre al centro solito valzer dei centravanti con Matri che sembrerebbe in vantaggio su Djordjevic e Klose. A sinistra, a sorpresa, potrebbe essere confermato Mauri in vantaggio su Keita ed Anderson.

2. Dzeko ancora in panchina? Riposa Salah?

La cura Spalletti giunta ad un mese dal suo inizio sembra produrre i frutti desiderati, se non sotto il profilo del gioco e dell’intensità, sicuramente al livello di risultati: 3 vittorie e alle porte la partita Carpi – Roma.
Ritorna Naingollan al suo posto da trequartista, al suo fianco agirà Perotti. Per il ruolo di punta centrale, possibile turno di riposo per Salah a vantaggio di Dzeko (quasi ultima chance per lui).

3. Trotta titolare?

Nell’attacco del Sassuolo vedremo Berardi quasi certamente titolare a destra, anche se il talentino di Cariati non ha quasi mai riposato da quando è ripreso il campionato dopo le soste natalizie (7 partite in 1 mese); per questo potrebbe esserci un leggero ballottaggio con Politano o Defrel, su cui parte comunque favorito. A sinistra tornerà Sansone dal primo minuto, mentre al centro ci sarà la solita sfida a due tra Trotta e Falcinelli. Per questa giornata vediamo l’ex Avellino leggermente favorito in quanto contro il Palermo non è riuscito nemmeno a scendere in campo (complici le due sostituzioni per Vrsaljko e Pellegrini, per problemi di salute per entrambi, che non erano preventivate ad inizio match). Ci sono comunque buone possibilità di entrare per chi dovesse essere in panchina; almeno 2 sulle 3 riserve entreranno a gara in corso.

4. Difesa a 4 per Allegri: quale sarà la formazione anti-Napoli della Juventus?

Allegri nella giornata di Mercoledì in amichevole contro l’Alpignano ha schierato la difesa a 4, chiedendo agli ospiti di schierarsi con un 4-3-3. Due quindi le soluzioni tattiche a disposizione, il 4-3-3 e il 4-3-1-2.
Per quanto riguarda il 4-3-3, potrebbe essere la soluzione prescelta per due motivi: comporterebbe uno schieramento a specchio con il Napoli e consentirebbe agli 11 in campo di mutare in un 3-5-2 in maniera naturale, senza dover far alcun stravolgimento, arretrando Cuadrado e alzando Evra sulla linea dei centrocampisti, con Lichtsteiner più stretto a formare il terzetto difensivo con Bonucci e Barzagli e con Morata più vicino a Dybala. Inoltre potrebbe anche modificarsi in alcuni momenti della gara in un 4-4-2, con Cuadrado arretrato sulla linea dei centrocampisti e Pogba a scalare a sinistra.
Per quanto riguarda invece il 4-3-1-2, molto se non tutto dipenderà dalla condizione di Pereyra, provato dietro le punte in amichevole ma non ancora al top della condizione. In questo caso sarebbe Cuadrado a finire in panchina.
In ogni caso si tenterà il recupero miracoloso di Khedira. Se non ce la dovesse fare spazio ancora a Sturaro.

5. Bonaventura recupera? Out Niang? Chance per Balotelli?

A centrocampo agiranno Montolivo e Bertolacci con Kucka fuori per infortunio. Sulle fascia destra ci sarà Honda mentre sulla destra c’è ottimismo sul recupero del nostro jolly Bonaventura, in caso contrario vedremo Boateng adattato ad ala.
Bacca al centro dell’attacco, con Niang che è ancora in dubbio per domenica potrebbe essere arrivato il momento per Balotelli di mostrare la sua reale condizione psico-fisica. In caso Sinisa non lo veda pronto sarà Boateng a supportare il colombiano. Luiz Adriano è in recupero dall’infortunio  mentre per Menez solo panchina, ma potremmo vederlo in campo nella ripresa.

6. Pavoletti e Ansaldi infortunati: quali saranno le mosse di Gasperini?

Infortuni pesanti quelli di Pavoletti e Ansaldi; una doppia mazzata per il Grifone, che perde così due dei suoi migliori giocatori in un momento clou della stagione. Lo stop dell’attaccante è destinato a essere più lungo del previsto: almeno una quarantina di giorni, visto che si è procurato una lesione di secondo grado al bicipite femorale della gamba destra. È andata un po’ meglio ad Ansaldi.
Tatticamente il mister sta studiando nuove soluzioni. La scelta è tra il 3-4-1-2 e il 3-4-3. Davanti a Perin probabile difesa a tre con Burdisso al centro, Munoz a destra e Izzo a sinistra. A centrocampo torna Rigoni accanto a Dzemaili con Laxalt dirottato a destra e Gabriel Silva dalla parte opposta. L’alternativa sulla fascia è il giovane Fiamozzi.
In avanti si va verso la soluzione con Diego Capel alle spalle di Cerci e Suso. Matavz sarebbe la soluzione più scontata ma lo sloveno non gioca una partita intera da due mesi.

7. Quali saranno i titolari offensivi della Fiorentina?

Iličić è praticamente certo di un posto sulla trequarti, Tello quasi, a comporre un 3-4-2-1 che, come si è visto sabato pomeriggio a Bologna, in fase offensiva diventa 4-2-3-1 grazie all’avanzamento di Bernardeschi sulla stessa linea degli altri due appena citati trequartisti. La sorpresa potrebbe essere rappresentata dall’ex di turno Zárate al posto proprio di uno dei due sopra menzionati, o forse addirittura della prima punta Kalinić. Ipotesi, questa, che sembra ancora meno probabile, perché Maurito non pare in grado di lavorare per la squadra come il pur stanco croato. A dirla tutta, sono in apparenza poche anche le chances di  Zárate titolare sulla trequarti al posto di Iličić o di Tello: molto più probabile che l’ex attaccante del West Ham entri a gara in corso, per cercare di risolverla con un colpo dei suoi o comunque tenere palla.

8. 4-3-3 per Mancini: chi saranno gli attaccanti titolari?

Icardi dovrebbe giocare ma spesso fuori casa gli viene preferito un attaccante di movimento che stavolta è difficile sia Jovetic in quanto in fase di recupero (potrebbe recuperare per la panchina). L’alternativa ad Icardi potrebbe però essere Eder (comunque probabile titolare a destra) o Palacio, tornato di moda e titolare negli ultimi due incontri. Infine anche Perisic (gol ed assist al subentro di Verona), e Ljajic, scalpitano mentre Biabiany sembra più indietro. Chi giocherà? Difficile dirlo, a sensazione saranno titolari Icardi ed Eder con uno fra Perisic, Palacio e Ljaijc con il croato leggermente in vantaggio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy