Fantascambi: Bonaventura o Luis Alberto?

Fantascambi: Bonaventura o Luis Alberto?

Cosa scegliere tra la costanza di Jack Bonaventura e la rivelazione di inizio campionato Luis Alberto? Scopriamolo assieme.

Pronti con la rubrica che ci accompagnerà per tutta la stagione: Fantascambi, la casa degli scambi al fantacalcio. Per ogni appuntamento prenderemo spunto da una richiesta di aiuto nella sezione del nostro forum: strategie, scambi e Fanta mercato. Per questa puntata abbiamo selezionato una domanda dell’utente Stylus, alle prese con una scelta tattica a centrocampo.

FANTASCAMBI: BONAVENTURA O LUIS ALBERTO?

Il quesito postatoci dal nostro utente merita una riflessione preliminare: cosa possono dare in più, rispettivamente, i due giocatori alle vostre fantarose? Per Bonaventura parliamo di una realtà consolidata nel nostro campionato, uno di quei giocatori che si fanno amare per la dedizione alla fatica mescolata con un ottimo livello tecnico-tattico.

Luis Alberto è invece il nuovo che avanza; oggetto misterioso nella passata stagione, è stato bravo a tenere duro ed a continuare a migliorarsi al fine di assorbire i dettami tattici della Serie A che richiedono tempo per essere assimilati (segno di una tenuta mentale notevole), ed in particolare a seguire le indicazioni di Inzaghi che ha creduto nel ragazzo pur concedendogli poco spazio nella scorsa annata.

Tornando a Bonaventura, abbiamo detto della sua duttilità tattica; in chiave mantra può ricoprire ben tre ruoli, ed eccelle in qualunque di queste posizioni, proprio in virtù di quella naturale inclinazione, affinata nel corso degli anni, a “vedere il gioco” in maniera non comune, ad accordare il suo ritmo a quello della squadra, senza dimenticare la sua pericolosità negli inserimenti.
Montella sta seriamente ipotizzando di virare verso la difesa a 3, considerando che le fasce sono prenotare da Rodriguez e Conti, ecco che per il nostro Jack si aprono le porte della trequarti; qui è dove il Milan ha lavorato di più in fase di mercato ed è per questo che la concorrenza sarà l’incognita più grande nel corso della stagione. Noi siamo certi che, ora che si è ristabilito fisicamente, saranno poche le volte in cui Giacomo si siederà in panchina, e quando succederà sarà più per cercare di sfruttare un tridente pesante che per scelta puramente tattica.

Per quanto riguarda Luis Alberto, nel corso del precampionato è stato provato in cabina di regia al fine di dare qualità in fase di impostazione di gioco ed i risultati sono stati incoraggianti; poi, complice l’infortunio di Felipe Anderson, Inzaghi ha pensato di spostare il ragazzo nel tridente d’attacco ed ecco che, come d’incanto, la Lazio si è ritrovata in casa una freccia velenosa che sta stupendo tutti.
A differenza di Bonaventura, è meno bravo nel cucire il gioco in questa nuova posizione, deve ancora migliorare, ma come detto sopra la forza di volontà non gli fa difetto e chissà che davvero non possa esplodere definitivamente. Il punto è che quando Anderson tornerà, Inzaghi si troverà di fronte un bel dilemma (ne abbiamo parlato qui); sacrificare un po’ l’equilibrio tattico o continuare su questa scia rinunciando però alla fantasia ed alle giocate imprevedibili del funambolico brasiliano?

Come avrete ben capito, si tratta di due giocatori che si faranno valere in questo campionato, ma su di loro pende la scure del turnover; in una scelta secca quindi, il nostro consiglio è di puntare su Bonaventura per due ragioni: prima di tutto è un giocatore così polivalente e tanto fondamentale tatticamente che, se dovesse stare bene, è davvero difficile immaginarlo fuori da questo Milan.
I rossoneri sono ancora in fase di costruzione ed anche per questo non possono permettersi di tenere fuori un giocatore che regala equilibrio e fosforo, che sia 3-5-2 o 3-4-2-1 poco cambia, Jack (e questo è il secondo motivo) il suo 6 lo porta sempre a casa, vedere la partita di ieri dove il Milan ha preso 4 gol ed il nostro è stato uno dei pochi a salvarsi dal giudizio negativo dei pagellisti. Luis Alberto è un giocatore che si sta facendo valere e che di certo migliorerà ancora, ma per lui il rischio di giocare qualche partita in meno è molto più concreto, oltre al fatto che potrebbe essere punito dai pagellisti nel caso in cui la Lazio dovesse offrire prestazioni non eccezionali.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy