Fantascambi: Berardi o Schick?

Fantascambi: Berardi o Schick?

Chi potrebbe regalarvi più bonus tra il talento di Cariati ed il nuovo acquisto romanista?

Eccoci tornati con Fantascambi, la casa degli scambi al fantacalcio. Per ogni appuntamento prenderemo spunto da una richiesta di aiuto nella sezione del nostro forum: strategie, scambi e Fanta mercato. Per questa puntata abbiamo selezionato una domanda dell’utente Emmepi22, che ci propone uno scambio che stimola tutta la nostra attenzione!

FANTASCAMBI: BERARDI O SCHICK?

Davvero difficile rispondere all’interrogativo postoci dal nostro amico, ma cercheremo comunque di aiutarlo a risolvere il suo dubbio. Berardi è uno dei talenti più puri che il calcio italiano abbia partorito negli ultimi anni: se dovessimo descriverlo in una sola frase diremmo che è un giocatore dal sinistro fatato, bravo nell’assist e nella conclusione a rete e dal caratterino focoso (nelle ultime 4 stagioni ha rimediato la bellezza di 39 cartellini gialli e 3 espulsioni, dati da non sottovalutare per un attaccante). La stagione appena trascorsa è stata la più travagliata nella sua giovane carriera: inizio scoppiettante con 2 gol in 2 giornate, poi un problema al ginocchio che, inizialmente, sembrava potersi risolvere in un paio di mesi e che, invece, lo ha tenuto fuori praticamente per tutto il girone di andata. Domenico torna in campo solo a febbraio e appare totalmente spaesato, ma è comprensibile data la gravità dell’infortunio e tutta la pressione psicologica a cui è stato sottoposto nel periodo della riabilitazione. Riesce, comunque, in 21 presenze a segnare 5 gol, fornire 10 assist e totalizzare un bel 7 di fantamedia. Quest’anno è già apparso determinato per riprendere da dove aveva lasciato l’anno scorso, senza però il suo mentore Di Francesco in panchina, di cui conosceva gli schemi a memoria; Bucchi, pur utilizzando lo stesso modulo del suo predecessore, pratica un calcio leggermente diverso che è più basato sul possesso palla anzichè sulla verticalizzazione immediata e questo potrebbe influire sul bottino finale di Berardi. Inoltre, la partenza negativa della squadra potrebbe ulteriormente influire sulla resa dei giocatori. In ogni caso, la sua titolarità è garantita.

Schick è stato la rivelazione dell’anno scorso: se pensiamo ai giocatori stranieri arrivati nel nostro campionato negli ultimi anni, forse solo Pogba ha avuto lo stesso devastante impatto sulla Serie A alla prima annata da perfetto sconosciuto. Patrik ha ribaltato le gerarchie dell’attacco doriano, divenendo titolare fisso e collezionando 32 presenze, 11 gol, 5 assist con un mirabolante 7,5 di fantamedia. Nello specifico i numeri non rendono completamente l’idea della sua classe, dato che oltre ai gol ha disseminato qua e là giocate funamboliche rare da vedere in un giocatore di 1.90 centimetri! Supponendo che abbia superato i problemi di salute accusati in estate, per lui le incognite restano principalmente due: innanzitutto la titolarità, in quanto una volta che si sarà calato alla perfezione negli schemi di Di Francesco verrà utilizzato da titolare allo stesso modo in cui il tecnico utilizzava Berardi nel Sassuolo, ovvero agendo da esterno nel tridente con libertà di andare a concludere o servire i compagni. Il secondo dubbio riguarda proprio la collocazione tattica in campo: alla Sampdoria era Quagliarella a sobbarcarsi una grande mole di lavoro offensivo, aprendo spazi in cui il talento ceco potesse inserirsi ed andare a concludere. Alla Roma troverà Dzeko, che è un giocatore completamente diverso, e non sappiamo dire quanto questo favorirà o penalizzerà il ragazzo.

In conclusione, il nostro consiglio è di puntare su Berardi: come abbiamo detto più volte al Fantacalcio la titolarità deve essere considerata prima di ogni altra cosa. Domenicoinoltre, è rigorista, batte le punizioni e pare anche che stia migliorando sul piano del gioco di squadra. E’ giusto rimarcare il fatto che anche Schick sarà titolare, ma potrebbe volerci tempo prima che lo diventi in pianta stabile. Di Francesco sta ancora cercando di capire se la sua Roma possa effettivamente giocare come faceva il Sassuolo, prima ancora di trovare una giusta collocazione al giocatore in campo: tanti dubbi che ci portano a consigliarvi prudenza, anche se le doti della punta ceca rimangono indiscutibilmente valide.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy