• ECCO FANTAHUB, LA NUOVA APP DI FANTAMAGAZINE E DE LA GAZZETTA DELLO SPORT!

Fantaconsigli: cosa possiamo aspettarci da Dybala?

Fantaconsigli: cosa possiamo aspettarci da Dybala?

La nuova stagione di Serie A è alle porte e, con essa, si avvicina anche il momento più decisivo per tutti i fantallenatori: la fatidica asta. Vediamo insieme cosa aspettarci da Dybala per questo campionato!

L’asta si avvicina, la tensione sale ed il conto alla rovescia è iniziato. Sul forum Gruppo Esperti le domande degli utenti arrivano a centinaia. Oggi ne abbiamo selezionata una sul topic della Juventus, per i nostri appassionati fantacalcisti.


Paulo Dybala
è certamente uno dei top del reparto avanzato e, dopo aver conquistato a suon di bonus il cuore dei fantallenatori, negli ultimi due anni è stato naturalmente uno dei giocatori a cui molti hanno affidato le sorti della propria rosa. Fino all’anno scorso, nessuno aveva mai avuto dubbi sull’efficacia fantacalcistica della Joya ma, dal momento in cui mister Allegri ha arretrato il suo raggio d’azione riservandogli il ruolo da trequartista nel suo spregiudicato 4-2-3-1, ecco che alcune incertezze hanno cominciato a farsi largo nella mente di molti fantallenatori.

IL RENDIMENTO DI DYBALA NELLA PASSATA STAGIONE

Proviamo a fare chiarezza sulla situazione: durante lo scorso campionato, Dybala ha realizzato 11 reti ed ha fornito 7 assist ai quali si aggiungono 2 ammonizioni. Alla luce di ciò, in 29 presenze, ha concluso con una buonissima media voto del 6,59 e con la fanta media di 7,93. Provando ad instaurare un parallelo con i numeri della stagione 2015-2016, Dybala ha collezionato ben 33 presenze, ha segnato 19 reti e fornito 7 assist con una sola ammonizione. La media voto è stata di 6,73 e la fanta media 8,56.
Appare evidente che, prendendo in considerazione i freddi numeri, la Joya nel suo nuovo ruolo di trequartista ha fornito lo stesso numero di passaggi vincenti per i compagni ma è riuscito ad andare in rete molto di meno e la sua fanta media ne ha chiaramente risentito.

COSA ASPETTARCI DA DYBALA NEL PROSSIMO CAMPIONATO? 

I dati statistici non sempre rappresentano una garanzia nelle previsioni future, tuttavia ci sono delle importanti considerazioni da fare: innanzitutto, il mister Massimiliano Allegri è stato chiaro sul fatto che, anche durante la prossima stagione, il 4-2-3-1 sarà il modulo su cui sarà impostata la sua Juventus. Dybala, dunque, sarà confermato nel ruolo di trequartista alle spalle di Higuain e ciò significa che dovrà continuare a dedicarsi a quell’importantissimo lavoro di raccordo che gli impedisce di arrivare sufficientemente lucido sotto porta.

A prescindere dal modulo, sembra che la presenza di Higuain non favorisca particolarmente la vena realizzativa della Joya, tant’è che le migliori prestazioni in termini di bonus sono arrivate quando il fuoriclasse argentino ha giocato in coppia con Mandzukic: il croato apriva degli spazi nei quali Dybala poteva infilarsi, mentre il Pipita tende più a monopolizzare l’area facendo suoi i suggerimenti dei compagni. Tuttavia, la presenza di giocatori importanti sulle corsie esterne come Douglas Costa e Bernardeschi potrebbe focalizzare più spesso l’azione in quelle zone di campo e questo svincolerebbe Dybala da una parte di quel gravoso lavoro di raccordo. A questo punto, non essendo più l’unica fonte capace di ispirare i compagni con giocate estemporanee, la Joya potrebbe tornare a dedicarsi maggiormente alla fase di conclusione della manovra. Nonostante ciò, alla luce attuale delle cose, appare comunque difficile che Dybala possa tornare ad essere prolifico come quando giocava da punta e, per quanto il suo prezzo in sede d’asta possa esser sceso dopo la passata stagione, si tratta comunque di un fuoriclasse e, pertanto, acquistarlo comporterà un grosso investimento.

Il consiglio è quello di essere cauti: in termini di buone prestazioni e costanza di rendimento resta una certezza e, pur non potendo garantire il numero di reti delle tipiche prime punte, Dybala è diventato il nuovo numero dieci della Juventus e questa importante investitura potrebbe dargli le giuste motivazioni per arrivare al definitivo salto di qualità.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy