Fantacalcio, studiamo il listone Magic Gazzetta: attaccanti top, low-cost e possibili sorprese

Fantacalcio, studiamo il listone Magic Gazzetta: attaccanti top, low-cost e possibili sorprese

Scopriamo insieme i migliori attaccanti del listone Gazzetta, e alcuni giocatori low cost che possono sorprendere in positivo.

Il reparto più atteso, quello per cui molti fantallenatori fanno follie in sede d’asta. Il reparto oggetto di attenzioni particolari, quello coi top più attesi, le sorprese più studiate, ma anche le delusioni più grandi.
In questo articolo prenderemo in analisi il listone della Gazzetta dello Sport per quanto riguarda gli attaccanti, elencando i top di ruolo, le possibili sorprese e gli eventuali acquisti low cost.

ATTACCANTI, I TOP

I primi cinque giocatori della classifica marcatori della scorsa stagione corrispondono ai cinque attaccanti più cari del listone. I nostri top sono loro, quelli che devono garantire almeno 20 goal a stagione.
Gonzalo Higuain, coi suoi 37 crediti, è il giocatore più caro di tutti, ma il rendimento è pressoché una certezza: media voto 6,39 e fanta-media che, grazie alle 24 reti, è stata di 8,36. Dato importante: la scorsa stagione ha collezionato 38 presenze, giocando quindi tutte le partite. Questo è un fattore da non sottovalutare quando si spendono certe cifre.

A 35 crediti troviamo poi Mauro Icardi e Dries Mertens, con quest’ultimo presente anche come trequartista per chi gioca con questo ruolo. L’argentino quest’anno potrà contare sull’assenza delle coppe, che permetterà sia a lui che alla squadra di concentrarsi sul campionato; anche la presenza di un allenatore come Spalletti in panchina può aiutare l’ex Sampdoria a trovare una certa continuità. Per lui la scorsa stagione media voto di 6,36, fanta-media di 8,31 e 24 goal a fine campionato. Ricordiamo, inoltre, che Icardi sarà nuovamente il rigorista scelto. Mertens, invece, è probabilmente la vera sorpresa in questa nostra lista, ma da vice-capocannoniere in carica sarebbe impensabile non inserirlo. Media voto e fanta-media altissime (6,79 e 9,32), tutto condito da 28 reti in 34 presenze. L’unico dubbio è legato alla presenza di Milik che, ripresosi dall’infortunio al ginocchio che lo ha colpito la scorsa stagione, scalpita per guadagnare minuti; tuttavia, al momento il belga parte con i gradi del titolare.

Infine, a 34 crediti troviamo Andrea Belotti ed Edin Dzeko. Il giocatore del Torino è arrivato terzo come segnature lo scorso campionato, con 26 goal in 35 presenze; media voto di 6,66 e fanta-media di 8,64. Titolarissimo, l’unica incognita è che, a differenza dei colleghi di questa lista, non gioca in una big, e in partite impegnative potrebbe risentirne. Resta comunque un top di reparto senza alcun dubbio, anche perché è lui l’unico bomber della compagine granata, la quale dovrà lottare solo sul fronte interno del campionato, potendo concentrare tutte le energie in questa competizione. Infine, chiude questo elenco Dzeko, ultimo non per importanza, dato che è lui che ha segnato più goal di tutti la scorsa stagione (29 goal in 37 presenze). Media voto voto di 6,59, quindi leggermente inferiore a quella di Belotti, ma fanta-media seconda sola a quella di Mertens (8,95).

ATTACCANTI, LE POSSIBILI SORPRESE

Il listone quest’anno offre diverse Giovanni-Simeone-e1474885367770opzioni per chi dovesse decidere di puntare su giocatori non proprio di primissima fascia nei propri attacchi. In questa categoria, abbiamo scovato ancora una volta cinque nomi (più uno) che potrebbero fare al caso vostro.
In rigoroso ordine di prezzo, troviamo come primo nome Giovanni Pablo Simeone del Genoa, listato a 21 crediti. La scorsa stagione l’ha chiusa a 11 goal e con 6,78 come fantamedia, nonostante all’inizio del campionato fosse solamente la riserva di Pavoletti. La seconda parte di stagione è stata pessima per il Genoa, e lui ne ha risentito sia un termini realizzativi che coi voti (media voto di 5,82). Tuttavia, con la nuova stagione con Lapadula come partner di attacco, e col ruolo di rigorista, il Cholito potrebbe regalarvi soddisfazioni ad un prezzo sicuramente generoso.

A 20 crediti troviamo poi due giocatori che, a causa di alcuni guai fisici, hanno visto la loro valutazione abbassarsi rispetto alle previsioni iniziali. Stiamo parlando di Arkadiusz Milik e Patrik Schick. Il primo ha pienamente recuperato dall’infortunio al ginocchio della scorsa stagione, trovando però davanti a sé un Mertens in forma smagliante. Dovrà lottare per riprendersi il ruolo da titolare, ma prima di infortunarsi aveva fatto già vedere di cosa è capace. Ha chiuso la stagione con 5 reti in 10 presenze, oltre ad una media voto e fanta-media decisamente promettenti (6,30 e 7,75). Il Napoli lo ha pagato appena un anno fa 32 milioni di euro; difficilmente starà tanto tempo seduto in panchina.

Schick invece era destinato alla Juventus, ma un problema di natura cardiaca, scoperto il mese scorso, ne ha bloccato la cessioni prima ai campioni d’Italia, poi all’Inter. Tra poche settimane si avranno responsi più approfonditi, ma se dovesse rimanere alla Sampdoria, con l’idoneità sportiva, a 20 crediti potreste trovarvi uno dei maggiori talenti del nostro campionato. Partendo molto spesso dalla panchina, ha messo a segno 11 goal in 32 presenze, con 6,09 di media voto e 7,23 di fanta-media. Con l’ok dei medici, dopo la cessione di Muriel, diventerebbe titolare, e i numeri appena citati potrebbero vedere un ulteriore cospicuo miglioramento. A 20 crediti, una volta risolte le incognite, entrambi questi giocatori potrebbero rivelarsi delle ottime sorprese.

A 19 crediti troviamo un lieto ritorno nel massimo campionato italiano con la maglia dell’Hellas Verona: Giampaolo Pazzini. L’ex Inter e Milan ha avuto numeri eccezionali in Serie B con gli Scaligeri: 23 goal in 34 presenze, media voto e fanta-media rispettivamente di 6,75 e 8,46. Aggiungeteci pure che è titolarissimo e rigorista e capirete perché a 19 crediti, nonostante qualche acciacco fisico, lo consideriamo una possibile sorpresa.

Chiudiamo questa sezione con l’ultimo nome, un po’ particolare data la situazione di mercato: Nikola Kalinic. Il suo prezzo nel listone Gazzetta è 24 crediti, quindi leggermente più alto di quelli citati ma più basso rispetto alle aspettative, in quanto crediamo che molto sia dovuto, appunto, alla situazione di mercato che lo vede da settimane pronto per accasarsi altrove. Ad oggi è ancora a Firenze, dove lo scorso anno, nonostante la stagione non positiva per la squadra, ha comunque portato a casa 15 reti in 31 presenze, con una media di quasi un goal ogni due partite, a cui ha aggiunto 6,37 come media voto e 7,35 come fanta-media. Se dovesse restare, oltre al ruolo di titolarissimo, sarebbe anche rigorista della Viola. Ovviamente l’ombra del mercato incombe, ma il prezzo è allettante. Ed anche se dovesse cambiare squadra, la sua appetibilità potrebbe comunque essere alta.

Ma se dovesse partire, chi lo sostituirebbe? Ecco il nostro “più uno”: Khouma Babacar, listato 15 crediti dalla Gazzetta dello Sport. Il senegalese è un giocatore altalenante (media voto di 5,97), ma le 10 reti in 21 presenze, con fanta-media di 7,52 (addirittura superiore a quella di Kalinic) ne confermano il potenziale. Se il croato dovesse partire, lui diventerebbe il suo sostituto. Il prezzo attuale risente ovviamente delle gerarchie nel reparto, ma acquistandolo adesso, se siete convinti che Kalinic possa partire, potreste accaparrarvi il futuro attaccante titolare della Fiorentina ad appena 15 crediti.

ATTACCANTI, I LOW-COST

Chiudiamo il nostro articolo sugli attaccanti presenti nel listone Gazzetta con alcuni nomi che riteniamo perfetti come eventuali low-cost con cui chiudere il reparto, ma che comunque garantiscono la titolarità e magari qualcosa in più.
budimirCome primi due nomi vi segnaliamo la coppia del Crotone, Ante Budimir e Marcello Trotta. Saranno loro due i titolari della squadra calabrese la prossima stagione e, sebbene si prospetta un’altra annata difficile per i rosso-blu, i due giocatori hanno un punto di forza: il prezzo. Infatti, Budimir è listato a 15 crediti, mentre Trotta appena a 11 crediti. Non stiamo parlando di due bomber di razza, però entrambi garantiscono la titolarità, oltre al fatto che Budimir calcerà rigori. Inoltre, l’ex Sampdoria dovrebbe essere il terminale offensivo dei pitagorici. Eguagliare Falcinelli sarà dura, ma a quel prezzo si può tentare. Meno probabilità di bonus per Trotta, che però potete prendere ad un prezzo ancora più basso.

Poi, a 14 crediti, troviamo altri tre nomi: Mirco Antenucci, Massimo Coda e Alberto Paloschi.
Il primo sarà il fulcro dell’attacco della Spal. Titolarissimo e rigorista a prezzo di saldo, lo scorso anno ha trascinato la squadra alla promozione segnando 18 reti in 36 presenze (media voto e fanta-media rispettivamente di 6,6 e 7,91). A questo prezzo, e con questo biglietto da visita, è certamente uno dei migliori low-cost che potete trovare nel listone, almeno sulla carta.
Il secondo è anche lui un giocatore proveniente dalla Serie B. Prima di approvare al Benevento questa estate, Coda ha giocato per due anni alla Salernitana. La scorsa stagione ha chiuso con 16 goal in 39 presenze, oltre a 6 assist, e una media voto e fanta-media di 6,45 e 7,56. Il Benevento sta cercando un’altra punta ma, se non dovesse arrivare il profilo richiesto, anche lui garantirà titolarità. Breve discorso sul ruolo di rigorista: non dovrebbe essere lui il designato, ma Ceravolo, il quale però non è certo del posto da titolare. Se quindi quest’ultimo non dovesse essere in campo in occasione di un rigore, dovrebbe essere Coda a presentarsi sul dischetto.
Paloschi, pure lui alla Spal, cerca il rilancio dopo un’annata all’Atalanta a dir poco incolore, dato che ha collezionato appena 12 presenze, di cui pochissime da titolare. Dovrebbe partire come titolare, anche se dovrà vedersi dalla concorrenza di Floccari. Tuttavia, ha dimostrato di poter vedere la porta nelle stagioni passate e, sebbene risulti una scommessa, a 14 crediti può valere la pena giocarla.

Menzione speciale per il giovane classe 1998 scuola Milan, Patrick Cutrone. Premettiamo che durante la stagione avrà pochissimo spazio, soprattutto dopo che il Milan ha speso quasi 40 milioni per Andre Silva e rimane alla ricerca di una ulteriore punta. E’ quindi molto probabile che vada pochissime volte a voto. Tuttavia Cutrone è listato 1 solo credito. Si è fatto notare nelle amichevoli estive e nei preliminari di Europa League e non è detto che qualche presenza durante l’anno non la possa fare, tra turnover e cambi di modulo. Ripetiamo che prendendo lui non sareste assolutamente coperti, dato che probabilmente giocherà davvero poco, però è uno dei pochissimi attaccanti a costare appena 1 credito, e forse l’unico tra questi a poter vedere il campo ogni tanto durante l’anno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy