Fantacalcio Lazio: chi giocherà in difesa con il ritorno di De Vrij?

Fantacalcio Lazio: chi giocherà in difesa con il ritorno di De Vrij?

Vediamo insieme come si comporrà il reparto difensivo biancoceleste con il rientro dell’olandese dall’infortunio.

Terza miglior difesa del campionato (insieme all’Atalanta) con 14 gol subiti. Un bottino niente male per la Lazio di Simone Inzaghi, una solidità difensiva che all’inizio del campionato in pochi avrebbero immaginato, che hanno consentito ai biancocelesti di scalare e stabilirsi nelle zone alte della classifica. Oltre ai meriti dell’allenatore piacentino sicuramente buona parte di questa stabilità deriva dal ritorno in campo di Stefan De Vrij, che nella scorso campionato non era mai stato a disposizione. Ma uno scontro in allenamento con Immobile nella settimana di avvicinamento a Torino – Lazio lo ha messo nuovamente fuori dai giochi, frattura del quinto metatarso del piede destro e stop di 40 giorni. Risultato? Da lì in poi i capitolini in 6 gare hanno subito solamente 6 gol, risultato incredibile se si considera la caratura del centrale olandese. Vediamo insieme come è cambiata la difesa in queste ultime settimane, e quali sono gli scenari futuri con il rientro di De Vrij.

LAZIO, COME È CAMBIATA LA DIFESA SENZA DE VRIJ

Nelle ultime 6 giornate come detto la Lazio ha subito solamente 6 gol, incontrando anche squadre dal grande potenziale offensivo come Torino, Sassuolo e Napoli tra le altre. La striscia di risultati utili consecutivi è salita a 9 con la vittoria di Palermo dell’ultimo turno, segno evidente della crescita anche nella fase difensiva di tutta la squadra. Possiamo suddividere queste ultime 6 gare in due gruppetti da tre, dato che Inzaghi principalmente ha utilizzato due differenti coppie di centrali e due diversi moduli.

I biancocelesti nelle sfide di campionato contro Torino, Cagliari e Sassuolo, hanno giocato principalmente con la difesa a 4, mettendo in campo la coppia di centrali formata da Wesley Hoedt e dal brasiliano Wallace, con Stefan Radu nella sua solita posizione di terzino sinistro e alternando Basta Patric sull’out di destra. In queste tre partite sono stati 4 i gol subiti, tra cui però annoveriamo un’autorete di Wallace contro il Cagliari a match chiuso oltre a un rigore subito all’ultimo minuto contro il Torino. Insomma si era vista in campo una Lazio che riusciva già a sopperire bene all’assenza di De Vrij, soprattutto grazie ad Hoedt che copriva anche le piccole incertezze manifestate da Wallace nelle suddette gare.

Ma dalla trasferta di Napoli in poi qualcosa è cambiato: Inzaghi voleva sempre di più avere una squadra camaleontica, capace di trasformare il suo modulo per esempio dal 4-3-3 al 3-5-2 in qualsiasi momento della gara senza aver bisogno di effettuare sostituzioni. Ed è così che viene sperimentata nella partita del San Paolo una difesa a 3 con Basta e Radu larghi a protezione di Wallace, che ricopriva la posizione di vertice basso di difesa, con Lulic quinto centrocampista di sinistra pronto ad abbassarsi come terzino. A farne le spese di questa inversione di tendenza è Hoedt, che non aveva certo demeritato nei match precedenti, intanto sempre dalla trasferta partenopea è tornato a disposizione Bastos dopo due mesi dalla lesione muscolare patita contro il Milan a settembre. Ebbene questo schieramento, nella sua versione con la difesa a 4 viene così confermato per le successive partite contro Genoa e Palermo, quindi con la linea formata da Basta e Lulic sugli esterni e da Wallace e Radu come centrali. A favorire questo assetto tattico c’è stata oltre alla crescita esponenziale di rendimento proprio di Wallace la conferma di un Milinkovic-Savic ormai pronto ad esplodere, che con la sua fisicità e il suo dinamismo è perfetto per fare la mezzala nel 4-3-3 di matrice inzaghiana. Ma con il pieno recupero ormai di Bastos e il ritorno di De Vrij, come cambierà la Lazio?

LAZIO, COME CAMBIERÀ LA DIFESA CON IL RITORNO DI DE VRIJ

Dopo questa analisi torniamo così al quesito principale. Già dalla giornata di lunedì infatto De Vrij è tornato ad allenarsi in gruppo, questo vuol dire che è a disposizione per l’importantissimo derby con la Roma del 4 dicembre. Inzaghi ha quindi adesso l’imbarazzo della scelta in difesa, impensabile fino a qualche mese fa. Fermo restando che due titolari inamovibili saranno sicuramente l’olandese stesso e Basta, i dubbi maggiori derivano sulle altre due posizioni di difesa. Al momento Wallace sta offrendo una qualità di rendimento veramente buona, e sarà difficile toglierlo dal campo; così come Radu sta giocando il miglior calcio da circa tre anni a questa parte, quando sembrava in una fase decisamente calante della sua carriera. È ipotizzabile quindi nel breve periodo in caso di 4-3-3 una difesa così composta, con Basta e Radu esterni e la coppia Wallace-De Vrij al centro, che scatenerebbe un serratissimo ballottaggio a centrocampo tra Lulic e Milinkovic-Savic. Una seconda ipotesi con il 4-3-3 vedrebbe Wallace in panchina con De Vrij e Radu dietro e Lulic terzino, ma questa sembra la meno probabile. In caso di 3-5-2 invece a lasciare il campo potrebbe essere sempre Wallace, con la linea a tre Basta-De Vrij-Radu dietro e Lulic quinto centrocampista, anche se il brasiliano può fare anche il terzo di difesa a destra. Una seconda opzione può essere lasciare fuori Basta inserendo un “marcatore” come Bastos insieme a De Vrij e Radu: ma anche questa non sembra la più percorribile, dato che Basta risulta prezioso anche in fase di spinta più offensiva.

I possessori di Bastos e Hoedt potrebbero restare scoraggiati da questa analisi, ma non devono esserlo: Inzaghi ha fatto più volte capire che non ci sono gerarchie in nessun reparto, e che tutti possono avere la loro chance. Bastos dopo un inizio scintillante (con qualche imprecisione in alcuni frangenti però) è stato costretto ad un lungo stop, comprensibile che Inzaghi si affidi per adesso ad altri difensori. Più inspiegabile invece l’improvviso accantonamento di Hoedt, che probabilmente per caratteristiche fisiche (è effettivamente un po’ lento) non si sposa al massimo con le attuali dinamiche della squadra. Il consiglio per il Fantacalcio è quindi di tenere ancora un po’ Bastos in caso siate coperti in difesa, e di tagliare Hoedt. Ovviamente i possessori dei vari Basta, De Vrij e Radu possono stare tranquilli dato che il posto per loro è pressoché certo, Wallace se dovesse continuare così potrebbe essere una scommessa per i vostri mercati riparativi di gennaio o scommessa per la vostra rosa nel caso lo abbiate già acquistato.

Chiudiamo questa lunga disamina con uno specchietto di facile comprensione sui più probabili schieramenti difensivi della Lazio:

DIFESA A 4

  1. Basta – Wallace (Bastos) – De Vrij – Radu
  2. Basta – De Vrij – Radu – Lulic

DIFESA A 3

  1. Wallace – De Vrij – Radu
  2. Basta – De Vrij – Radu
  3. Bastos – De Vrij – Radu
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy