Fantacalcio Inter, l’Icardi ritrovato.

Fantacalcio Inter, l’Icardi ritrovato.

L’attaccante argentino di fatto sta confermando la sua capacità realizzativa anche quest’anno.

Era giusto il 13 novembre del 2015 quando su questa piattaforma andavamo alla ricerca dell’Icardi perduto. In quel momento lo score di Maurito era decisamente sottotono, tre soli gol ed un assist in 12 giornate di campionato in nove gare disputate, standard bassi anche per il fantacalcio in proporzione ai crediti spesi in asta.

Inter e Fantacalcio, Icardi oggi

Oggi mancano 10 giornate alla fine del campionato, l’Inter non è più prima (grazie agli 1-0 ripetuti di inizio stagione) e può ambire al massimo al terzo posto Champions anche se, probabilmente, la sua reale sfera potrà chiamarsi Europa League. Nonostante questo, il “nostro bomber” vanta 12 gol e due assist a referto. Ovvero 9 gol ed 1 assist in 16 giornate, che potevano essere 10 se non avesse sbagliato il rigore contro il Milan, rigore che ovviamente pesa non poco a livello di fantamedia GdS:  7.35 alla 28a di campionato che oggi lo colloca al n°11 tra i bomber di stagione con almeno di 17 presenze all’attivo.
Senza quel rigore sbagliato però la sua fantamedia sarebbe diversa, più alta e staremmo assistendo a 5 gol nelle ultime sette partite e tutto ciò a fronte di soli 24/25 tiri in porta. Inutile guardare di nuovo alle statistiche media gol, sappiamo che il bomber argentino trasforma un gol ogni due occasioni “procurate”.

Icardi e il rapporto con Mancini, la questione tattica

Alti e bassi, amore ed odio forse, carota e bastone sicuramente come nell’episodio post Bologna-Inter dell’andata dove, dopo aver segnato su assist di Ljajic, fu messo in panchina nella partita successiva contro la Roma come “punizione” per le dichiarazioni  in cui invocava più palloni dai compagni.
O forse per motivi tattici, perché è anche vero che quando di fronte si ha una squadra forte contro cui è difficile fare gioco spesso Icardi si fa tagliare fuori dal gioco e resta impalpabile. E’ successo a Palermo (era un Palermo decisamente diverso), a Napoli (sostituito nell’intervallo anche perché l’Inter era rimasta in dieci), a Firenze contro la Fiorentina (nessuna attenuante da aggiungere) o contro la Juve a Torino.
Insomma, Icardi sembra soffrire in trasferta ed il risultato, purtroppo, spesso ma non sempre, è il classico voto 5 affibbiato ai “finalizzatori” in questi casi; ma soffre meno degli anni precedenti da questo punto di vista, lo dimostra il gol a Verona contro il Chievo o il prima citato gol segnato a Bologna o ancora di più la doppietta di Udine, favorita si dai difensori friulani, ma tutta sua come paternità.

Fantacalcio e Icardi, cosa aspettarsi nelle ultime dieci partite?

Icardi storicamente segna di più nel girone di ritorno ed il trend sopra descritto sembra confermare questa affermazione. Ha avuto tante pause di gioco nel corso della stagione ma a livello tattico e tecnico si sono comunque visti notevoli progressi rispetto agli anni passati (ricordiamo che ha pur sempre 23 anni appena compiuti) sia per movimenti in campo che per gesti tecnici.
Il gran gol contro la Sampdoria o il cross per Perisic contro il Palermo (azioni non da semplice finalizzatore) sono emblematici in tal senso. Tolto l’alieno, suo connazionale, Higuain, ha pochi attaccanti davanti a sé.
Adesso poi forse l’Inter ha ritrovato orgoglio con la prestazione di Coppa Italia contro la Juve e ha un’idea di continuità tattica. La speranza è quindi che finalmente Mancini trovi la quadratura del cerchio con il suo amato 4-2-3-1 (l’anno scorso si assestò definitivamente sul 4-3-1-2 più o meno in questo stesso periodo ed i risultati furono più che discreti) e che possano aumentare le occasioni per Icardi in questo finale e di conseguenza possa aumentare il suo bottino gol.
Perché lui ogni due occasioni segna! È Legge!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy