Duel: Berardi vs Destro

Duel: Berardi vs Destro

Le grandi sfide di Fantamagazine mettono di fronte gli attaccanti top di Sassuolo e Bologna

Duel: Berardi vs Destro

Ogni settimana la redazione di Fantamagazine vi proporrà un ballottaggio tra i giocatori più discussi sul nostro Forum e sulla nostra pagina Facebook. Alla fine della disamina tecnica ci sarà un vincitore designato per votazione democratica. Ma proprio in virtù di questa democrazia, concederemo la parola anche al bastian contrario, ovvero a chi avrà votato per il candidato perdente. Il primo contendente quest’anno non ha brillato per continuità di rendimento mentre l’altro, dopo una prima parte di stagione difficile, si è giovato del cambio di allenatore ed ha cominciato a segnare con regolarità. Inoltre, particolare non trascurabile, sono entrambi i rigoristi designati delle rispettive squadre. Tra le richieste di aiuto che riceviamo nella sezione “Fantaconsigli” del nostro forum due dei nomi più ricorrenti sono quelli di Domenico Berardi e Mattia Destro. E allora vediamo nel dettaglio le caratteristiche ed i numeri di questi due importanti giocatori, nella speranza di riuscire a fare la scelta giusta, che sia per la prossima partita o per il resto della stagione.

Domenico Berardi

16 presenze (su 23 partite) – 14 da titolare (solo 6 partite gioca 90′) – 2 da subentrato (10′ la prima, 25′ la seconda) – 3 assenze per infortunio 1 cartellino rosso (3 giornate di squalifica) – 6 cartellini gialli (1 giornata di squalifica) 4 goal – 2 assist Quello che abbiamo appena letto non è certo il ruolino di marcia di un top player. Problemi fisici e le solite lacune disciplinari continuano a frenare l’ascesa di un ragazzo da cui ci si aspetta molto di più. Il Balotelli bianco, invece, continua a far disperare i suoi fantaestimatori. Certo, ha solo 21 anni e la maturazione può avvenire ad ogni stagione ma per chi deve schierarlo oggi questo ha poca importanza. Ecco perché nelle gerarchie dei fantallenatori Domenico scivola sempre più indietro al punto da doversi chiedere, giornata dopo giornata, se sia il caso di schierarlo o meno, soprattutto in presenza di valide e solide alternative, giocatori che sono in grado di portare una sufficienza anche abbondante invece del classico (in assenza di realizzazioni) 5,5 con ammonizione. Insomma, averlo sembra essere sempre più croce e sempre meno delizia. Ma la svolta potrebbe essere lì, dietro ogni angolo, magari già domenica prossima.

Mattia Destro

21 presenze (su 23 partite) – 19 da titolare (15 gioca 90′) – 2 da subentrato – 0 assenze per infortunio 9 cartellini gialli (1 giornata di squalifica) 7 goal (0 goal nelle prime 10 giornate) – 2 assist La stagione di Destro, finora, è da dividere esattamente a metà. Prima parte, con Delio Rossi in panchina, dal rendimento fallimentare, così come la squadra. Poi, con l’avvento di Donadoni, la rinascita sua e del Bologna stesso, tanto è vero che tutte le reti di Mattia sono state realizzate a partire dall’undicesima giornata di campionato, da quel 3-0 all’Atalanta che segnò l’esordio proprio di Donadoni sulla panchina rossoblu. Da quel momento Destro ha segnato con costante regolarità, si è preso il ruolo di rigorista ed anche i suoi voti sono stati ottimi con un’unica insufficienza, alla diciannovesima giornata, a causa del rigore fallito contro il Chievo. Altrimenti 6,5 costanti, con punte di 7 ed anche 8, come in occasione della doppietta al Napoli. Il dubbio, però, sta tutto nel vedere se i numeri di Destro continueranno su questa linea. Abbiamo analizzato i numeri individuali, la situazione delle squadre, le condizioni future e..

The winner is…

Domenico Berardi

berardiRedazione Fantamagazine: Dopo lungo dibattito la preferenza della redazione è andata a Domenico Berardi. Nonostante la delusione per questa metà annata dal rendimento altalenante, c’è la convinzione che il ragazzo possa tornare fin da subito a portare prestazioni e bonus come nelle precedenti stagioni. Il fatto che rigori e piazzati siano praticamente una sua esclusiva lo rendono ancor più appetibile e chissà che quei limiti caratteriali che ne condizionano spesso il rendimento non possano finalmente essere superati. Certamente le qualità per far bene ci sono tutte, ed il Sassuolo quest’anno appare ambizioso come mai prima. Potrebbero essere stimoli ulteriori per una seconda parte di stagione da incorniciare. Bastian contrario: Berardi è un talento, ed i talenti vanno schierati senza se e senza ma. Però Mattia Destro sembra aver trovato le condizioni ideali per esprimersi al meglio, dopo le deludenti e travagliate esperienze a Roma e Milano. Un ambiente con meno pressioni, un allenatore che, stando ai numeri, lo ha messo nelle condizioni di rendere al meglio, un ruolo da titolare fisso, senza doversi giocare il posto ogni domenica in estenuanti ballottaggi. Insomma, il ragazzo ha cominciato a segnare e a portare buoni voti e se lo avete in rosa non c’è partita in cui non possa essere schierato, vedi doppietta al Napoli.

Duel, la serie

>>> 2- Dzeko vs Kalinic >>> 3- Icardi vs Bacca

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy