• ECCO FANTAHUB, LA NUOVA APP DI FANTAMAGAZINE E DE LA GAZZETTA DELLO SPORT!

Duel: Acerbi o Caldara, chi scegliere al Fantacalcio?

Duel: Acerbi o Caldara, chi scegliere al Fantacalcio?

La nuova Serie A è finalmente alle porte e con essa si avvicina il decisivo giorno dell’asta. Valutiamo chi puntare nel serrato confronto tra i due ambiti centrali italiani.

C’è una cosa che accomuna tutte le persone: l’attesa. Tutti noi aspettiamo qualcosa, c’è chi aspetta un figlio, chi aspetta un pacco, una lettera, e poi c’è chi aspetta la fatidica asta del fantacalcio. Tra tutti i tipi di attesa è decisamente la più snervante: te ne stai lì, da solo coi tuoi confusi pensieri, e ti immergi nello studio e nella pianificazione della rosa dei tuoi sogni tra inaspettati ballottaggi e rischiose scommesse. È davvero difficile la vita del fantallenatore in questo periodo, è per questo che noi di Fantamagazine proviamo ad aiutarvi nelle vostre ardue decisioni.

Ecco quindi il nostro Duel, rubrica nella quale sarà la redazione di Fantamagazine a consigliarvi su chi puntare tra le coppie di top players della Serie A e del Fantacalcio.

Dunque, chi scegliere nella interessantissima sfida tra Caldara ed Acerbi?

CALDARA, L’ARTE DI ESSERE UN DIFENSORE BOMBER

caldara_atalantaMattia Caldara è senza ombra di dubbio la più grande rivelazione della scorsa Serie A: partito indietro nelle gerarchie dell’Atalanta, le sue doti erano sconosciute a tutti, probabilmente anche a Caldara stesso. Tuttavia, Giampiero Gasperini ha saputo dar fiducia al ragazzo nel momento più difficile della Dea, proprio quando le premesse sembravano quelle di un’annata passata a rincorrere affannosamente la salvezza. Il centrale italiano inizia subito a prendersi la scena a suon di reti e di prestazioni altisonanti e, lentamente, la corsa alla salvezza dell’Atalanta diventa un’emozionante corsa verso l’Europa. A fine anno i numeri parlano chiaro: in 30 presenze, Caldara mette a segno la bellezza di 7 reti (tra le quali spicca una doppietta al Napoli da vero centravanti) chiudendo con la media voto di 6,28 e la fanta media di 6,92 intaccata da 4 ammonizioni. Insomma, numeri da attaccante più che da difensore.

ACERBI, L’INVALICABILE LEADER EMILIANO

Acerbi

Da qualche anno a questa parte, sono moltissimi gli attaccanti che, senza successo, hanno provato ad abbattere il muro Francesco Acerbi. Ci ha provato perfino una bruttissima malattia a buttarlo giù anni fa, ma lui non è fatto per cedere, non è fatto per mollare. Dopo una sfortunata esperienza al Milan, decide di cominciare a prendersi tutte le rivincite che una vita troppo dura gli aveva impedito di avere e, tra anticipi di precisione chirurgica e atteggiamento da leader indissolubile, Acerbi conquista prima il cuore dei tifosi del Sassuolo e poi quello di tutti i fantallenatori italiani. Una costanza di prestazioni encomiabile lo pone stabilmente tra i top assoluti di reparto da qualche anno a questa parte, tant’è che, nonostante l’ultimo anno del Sassuolo sia stato caratterizzato da molteplici difficoltà, Acerbi ha portato in dote ai fantallenatori ben 38 presenze (esatto, proprio 38! La sua presenza in campo è assicurata quanto quella dell’arbitro), una media voto di 6,16 ed una fanta media di 6,45 corredata da 4 gol e solamente 2 ammonizioni. Numeri impressionanti e, se a questi si aggiunge la possibilità di vederlo calciare dagli undici metri di tanto in tanto, la sua appetibilità aumenta a dismisura.

ACERBI O CALDARA: IL VERDETTO DELLA REDAZIONE DI FANTAMAGAZINE
180559782-43dbf493-8748-44ec-9539-79218b8ca0e0

Premettendo che si tratta di un dualismo assolutamente serrato e che stiamo parlando, probabilmente, dei due migliori top di reparto, la decisione della redazione di Fantamagazine pende leggermente a favore di Francesco Acerbi. 

Essendo entrambi fortissimi e molto simili dal punto di vista del rendimento, sulla decisione finale ha influito la costanza: Caldara ha appena concluso il suo primo anno da top e l’Atalanta l’anno prossimo dovrà provare a ripetersi con la doppia competizione. Insomma, di certo non sarà facile. Ha dimostrato, anche in nazionale, di poter portare ancora molti bonus ma dal punto di vista del rendimento e delle presenze potrebbe risentirne a causa dell’Europa League. Acerbi, invece, sta confermando di essere il top assoluto di reparto da almeno due anni a questa parte e, dunque, sembra essere un investimento decisamente più sicuro. Il suo rendimento è addirittura destinato a migliorare poiché, a differenza dell’anno scorso, il Sassuolo potrà avere una maggiore solidità visto che il nuovo allenatore Bucchi sta curando particolarmente la fase difensiva durante la preparazione. In conclusione, Caldara continuerà di sicuro a far bene anche per dimostrare di essere pronto per la Juventus, ma Acerbi, che nell’anno più difficile del Sassuolo si è confermato un super top di reparto, senza doppio impegno e con una impostazione di gioco più attenta alla fase difensiva sotto i dettami tattici di mister Bucchi, rappresenta una garanzia assoluta in termini di presenze, buoni voti e bonus.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy