Consigli fantacalcio 38a giornata – Le possibili sorprese Fantamagazine

Consigli fantacalcio 38a giornata – Le possibili sorprese Fantamagazine

Ecco a voi le possibili sorprese per la trentottesima giornata di campionato

Commenta per primo!

La redazione di Fantamagazine, per ogni turno di campionato, vi proporrà uno speciale per analizzare tutti le possibili sorprese delle nostre schede squadra (che potete trovare QUI). Inoltre date uno sguardo ai consigliati e agli sconsigliati della trentottesima giornata. Gustatevi i nostri consigli fantacalcio per la 38a giornata della serie A.

Seguici nel nostro canale Telegram! Scarica l’app gratuita dallo store e iscriviti al nostro canale (questo il link, cliccate direttamente da cellulare -> https://telegram.me/fantamagazine). Riceverai gli indisponibili, le ultime news, i voti, i consigli direttamente sul tuo smartphone. Gratis! È un’esclusiva Fantamagazine per te

JUVENTUS – SAMPDORIA

La trentottesima giornata si apre con i quattro anticipi del sabato. I bianconeri stravolti dal turnover hanno perso la prima gara dopo 26 partite. La Juventus è chiamata a riattaccare immediatamente la spina, perché la Coppa Italia incombe. Sembra arrivato il momento di Lichtsteiner questa volta. Dall’altro lato c’è una Samp in subbuglio dopo la brutta sconfitta del derby: la squadra di Montella in questa stagione non ha mai convinto. Tra i blucerchiati c’è Muriel pronto in rampa di lancio, per provare la scommessa fantacalcistica di giornata.

MILAN – ROMA

Sarà decisiva l’ultima giornata di campionato per il futuro europeo del Milan. Il Sassuolo ha nuovamente sorpassato (di un punto) in classifica i rossoneri e a questo punto resta solo la conquista della Coppa Italia per potersi rimettere in carreggiata. Cristian Brocchi potrebbe affidarsi ai muscoli di Kucka e alla voglia di rivalsa di Luiz Adriano. In casa giallorossa si continua a sognare il secondo posto fino all’ultima giornata e la verve di El Shaarawy può fare molto comodo in questo frangente. Pollice in su anche per Rudiger. Comunque vada a finire sarà un successo per l’undici di Spalletti, protagonista di una straordinaria rimonta.

NAPOLI – FROSINONE

Il Napoli ha le mani sul secondo posto: la Champions League è lì ad un passo. Ora serve l’ultimo successo in casa perché l’aritmetica emetta il suo verdetto. Tra i partenopei di Sarri spazio a Insigne e Hamsik. Dall’altro lato l’azzardo fantacalcistico potrebbe essere quello di affidarsi alla tenacia di Dionisi e D. Ciofani. I giallazzurri hanno già salutato la serie A a 90′ dalla fine. La squadra di Roberto Stellone torna con una giornata di anticipo nella serie cadetta. E lo fa con grande dignità.

SASSUOLO – INTER

A 90 minuti dalla fine i neroverdi vantano un punto di vantaggio sui rossoneri. Gli emiliani ora hanno la grande occasione di conquistare il traguardo storico dell’Europa League. Sarà decisivo l’incrocio con le milanesi nell’ultima giornata. Fiducia al francese Defrel, sempre pericoloso in zona gol. L’Inter, già sicura del quarto posto, andrà in Emilia senza big e con poche motivazioni. Mancini darà spazio a molti giovani. Tra i nerazzurri ci sentiamo di caldeggiare Eder per l’ultima partita stagionale.

CHIEVO – BOLOGNA

Novanta minuti per agguantare il sogno dell’ottavo posto per completare al meglio un percorso a tratti entusiasmante; i clivensi stanno concludendo una delle stagioni più positive in serie A. Per i gialloblù la carta a sorpresa potrebbe essere rappresentata da capitan Pellissier. L’ultimo turno offre la possibilità di vetrina per qualche giocatore rimasto nell’ombra in questa stagione. Tra gli uomini di Donadoni fiducia all’estro del colombiano Zuniga.

EMPOLI – TORINO

Ultima fatica prima del rompete le righe. I toscani di Giampaolo sperano nel decimo posto (che significherebbe avere più soldi da investire ), ma per gli azzurri chiudere al meglio resta un dovere non solo morale. Potrebbe essere la gara d’addio per parecchi: da Saponara a Tonelli. Puntateci. Paredes poi un’altra nota lieta di questo campionato. La formazione granata, invece, non ha mantenuto le faville di Udine, rimediando la seconda batosta consecutiva su due partite casalinghe. Chiusura coerente con l’annata del Toro. Potrebbe dare un buon esito la mossa di affidarsi alla sostanza del ghanese Acquah.

GENOA – ATALANTA

Grifone in trionfo dopo aver dominato il derby della Lanterna e aver rifilato una mazzata alla Sampdoria; ultimo turno interno per provare a guadagnarsi il decimo posto in classifica. Fiducia piena a Luca Rigoni allora. Dall’altro lato c’è un’Atalanta senza legacci psicologici, pronta a giocarsi le sue possibilità di vittoria. Con la salvezza in cassaforte, Reja potrebbe dare spazio anche a chi ha giocato meno. Un nome a sorpresa potrebbe essere quello di Kurtic.

LAZIO – FIORENTINA

Simone Inzaghi ha rialzato la Lazio dopo l’esonero di Pioli e ha messo al sicuro l’ottavo posto con quattro vittorie in sei partite. Manca una partita per la passerella finale. Potrebbe beneficiarne il guizzante Keita Baldé e sfruttare l’occasione. Dall’altro lato viola maticamente quinti e per il quarto anno consecutivo in Europa. Sfida che presenta dunque ben poche attrattive sotto il profilo delle motivazioni. Attenzione al giovanissimo numero uno Lezzerini se volete provare l’azzardo!

PALERMO – VERONA

Il Palermo sente vicino l’impresa. Ora la salvezza dei siciliani è di nuovo nelle loro mani. La compagine di Ballardini si gioca la A in casa ospitando un Verona già retrocesso. Occhi puntati su Quaison e Trajkovski, tornati prepotentemente in gioco negli schemi offensivi rosanero. Accanto a loro spazio al navigato Maresca. L’Hellas ha chiuso la sua stagione fallimentare al «Bentegodi» con una amara vittoria sulla Juve. Un sussulto d’orgoglio per la squadra di Delneri. Per la trasferta vale la pena affidarsi a Viviani, uno dei più in palla in questo momento.

UDINESE – CARPI

Con il pareggio di Bergamo i friulani di mister De Canio hanno conquistato la salvezza matematica chiudendo un campionato sofferto, con più ombre che luci. Tra i bianconeri fa gola Bruno Fernandes. Ai biancorossi ci vorrà davvero un miracolo per mantenere la categoria dopo lo psicodramma andato in scena al «Braglia» con i due rigori sbagliati da Mbakogu. Peggiore epilogo possibile e morale sotto i tacchi. Simone Verdi potrebbe essere una scommessa vincente per diversi fantallenatori.

Se questo articolo vi è piaciuto, vi forniamo altri articoli sui consigli fantacalcio 38a giornata

Vedi anche -> Consigliati 38a giornata

Vedi anche -> Sconsigliati 38a giornata

Vedi anche -> Speciale Formazioni 38a giornata

Vedi anche -> Live ultime dai campi 38a giornata

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy