Consigli Fantacalcio 32a giornata – Gli sconsigliati Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 32a giornata – Gli sconsigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori che potrebbe essere rischioso schierare nella 32esima giornata di campionato.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

E’ tempo di pensare alle formazioni per la 32esima giornata della Serie A 2018-19, e con essa giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà le possibili sorprese,  i consigliati ed uno speciale per analizzare tutti gli sconsigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 32a GIORNATA – GLI SCONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriamo insieme quali giocatori sono sconsigliati per la 32a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potrete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, da comodi messaggi gratuiti sul canale Telegram, sulla pagina Facebook di Fantamagazine e infine nell’ultima novità, FantaHUB, l’app per veri fantallenatori, disponibili negli store iOS e Android.

SPAL – JUVENTUS

La speranza della squadra di casa ferrarese è quella di ripetere la prestazione della scorsa stagione approfittando magari del fatto che fra pochi giorni c’è una partita importantissima da giocare allo Juventus Stadium e che basta un punto ai bianconeri per mettersi in tasca lo scudetto prima di Pasqua.  La Juventus non gioca per pareggiare, la Juve, da sempre, gioca per vincere, quindi servirà una prestazione forse anche superiore a quella dello scorso anno per fermare Kean e compagni. Il pareggio non è impossibile, ma sperare di ottenerlo facilmente è pura follia. Rischiate gli spallini solo se proprio non potete farne a meno. Bentancur è schierabile, ma potrebbe soffrire la pressione spallina dopo aver giocato un ottimo e molto dispendioso match in coppa. Siamo sicuri che, se ci fosse stata l’opportunità, avrebbe probabilmente riposato.  E’ un giocatore, Barzagli, sul viale del tramonto, ed il rischio di un’insufficienza è alto.

ROMA – UDINESE

Due difensori centrali, Juan Jesus e Marcano, che giocano come terzini non si possono vedere nel mondo reale. Figuratevi nel fantacalcio. Evitate di metterli in campo, perché sono davvero poco appetibili visto che non sono abituati ad arare la fascia e rischiano qualche cantonata in un ruolo che non è il loro. Mai pericoloso contro la Sampdoria, mai una giocata bella e determinante. E’ vero, Schick, ha spizzato di testa la palla che è finita a De Rossi, ma sinceramente vorremo vederlo più spigliato anche a gioco in movimento e non solo a gioco fermo. Non giocherà titolare quindi motivi per metterlo sono assolutamente zero. Il brasiliano Samir deve smaltire ancora la lunga inattività e Zaniolo o comunque l’esterno di Ranieri sulla fascia di sua competenza lo metterà certamente in seria difficoltà. Wilmot, se dovesse giocare, ha sempre patito giocatori rapidi e fisici come gli avanti giallorossi.

MILAN – LAZIO

Dovrebbe essere riproposto da mezzala, in tale posizione però la sua appetibilità fantacalcistica cala sensibilmente. Comprendiamo le necessità di chi a inizio anno ha deciso di farci affidamento ma per questa partita, considerando anche la caratura degli avversari, si può benissimo pensare di lasciare Calhanoglu fuori. Giocando più lontano dalla porta calano anche le possibilità di bonus, senza dimenticare che è poco incline agli inserimenti in quanto per caratteristiche tecnico-tattiche è un giocatore che tende più a portare il pallone e a riceverlo tra i piedi. Nel complesso a Torino contro la Juventus non ha fatto male, di conseguenza in caso di emergenza ci si può fare affidamento, ma solo per il voto. L’appetibilità fantacalcistica di Rodriguez è purtroppo molto bassa, in quanto spinge molto poco sulla corsia mancina e anche in termini di rendimento non eccelle, essendo anche spesso penalizzato dai pagellisti. E’ una Lazio un po’ ballerina nella fase difensiva e contro il ciclone Piatek, almeno un gol subito da Strakosha è da mettere in preventivo, se non di più.

TORINO – CAGLIARI

Nè carne nè pesce, crea tanto ma conclude pochissimo. Il suo leit-motiv è questo e, a meno di conigli usciti dal cilindro improvvisamente, lo spagnolo Berenguer è davvero sterile negli ultimi metri di campo. Avesse fatto il ballerino o il tronista l’assenza di Parigini non si sarebbe sentita più di tanto. Polmoni d’acciaio, al massimo giocherà uno spezzone. Srna non è che abbia fatto grandissime cose nelle ultime uscite, mentre Cacciatore è acciaccato e potrebbe non essere al meglio. Aggiungiamo la presenza di Ansaldi nella loro fascia di competenza, contro cui l’anno scorso abbiamo sofferto tremendamente, e abbiamo un po’ di buoni motivi per non schierare nessuno dei due.

SAMPDORIA – GENOA

Saremo noiosi e ripetitivi, ma il punto debole della Sampdoria è sempre lì sulla fascia destra. Non pensavamo che sarebbe mai capitato, ma siamo giunti al punto di augurarci che giochi Jacopo Sala, er Joao Cancelo de noantri (secondo Giampaolo) al posto di Bereszynsky. La stagione del polacco ha preso una piega piuttosto negativa e tra i due in questo momento si lascia preferire l’italiano. Anche se gli avversari di giornata non appaiono irresistibili, è meglio stare ai primi danni. Qui bisognerebbe aprire un discorso complesso, che parte dalle parole di Prandelli quando ha spiegato che ha scelto Pereira per aumentare la capacità offensiva della squadra con risultati quantomeno discutibili. Indiscutibili sono invece le amnesie in fase difensiva. Se per puro caso lo avete in rosa, il consiglio è sempre lo stesso, panchinatelo, è utile solo se vi serve disperatamente un voto.

FIORENTINA – BOLOGNA

Tolti Chiesa e Muriel, schierare un giocatore viola in questo momento è una scelta ad alto rischio, a partire già da questa domenica contro un Bologna dell’ex Mihajlovic che sta attraversando un ottimo periodo di forma ed è in piena corsa salvezza. In generale la difesa del Bologna non è consigliata per questa partita. Si troverà davanti ad uno degli attacchi che, sulla carta, può vincere le partite anche a fronte di una difesa non irresistibile. Mbaye è nettamente l’uomo meno in forma della difesa e sopratutto quello più avvezzo all’errore o alla disattenzione che portano poi all’occasione nitida.

SASSUOLO – PARMA

Ormai è un terno al lotto capire chi giocherà da titolare al centro dell’attacco del Sassuolo e se segnerà. Babacar nello specifico è il classico giocatore che segna con un goal strepitoso (pur dopo un match incolore) contro la Sampdoria, mentre col Chievo non si rende mai pericoloso. E’ il miglior marcatore del Sassuolo, nonché rigorista. Queste però sono le uniche due ragioni per cui potrebbe avere senso farci un pensierino. Finisce qui il buon Gagliolo nonostante la sufficienza sia alla portata anche questa volta. Buona gara contro il Toro, dove però una sua disattenzione sarebbe potuta costare cara, incredibilmente poco lucido in queste ultime partite e in una gara dove toccherà difendere per non subire troppo, la sua irruenza potrebbe portare guai, occhio al malus quindi. Schierabile se volete ma, se non siete costretti, pensateci bene questa volta.

CHIEVO – NAPOLI

Con la serie B che ormai è a un passo, schierare qualsiasi giocatore del Chievo in questo periodo significa avere un’insufficienza quasi sicura e spesso anche un malus. Canta e porta la croce da mesi, ma Allan è in evidente affanno da ormai troppo tempo. Avrebbe bisogno di riposo ma alternative nel suo ruolo non esistono. In questo momento il suo apporto fantacalcistico è assolutamente nullo, se non deleterio. Virate su altri profili.

FROSINONE – INTER

Senza troppi giri di parole, l’assenza sia di Salamon, che di Ariaudo, priva il Frosinone dei due migliori difensori. Giocare una partita contro l’Inter, alla spasmodica ricerca di punti, non può essere considerata una passeggiata. Di conseguenza, tutti i difensori sono altamente sconsigliati, perché tra chi commette disattenzioni, chi non gioca da tempo e chi non ha ancora debuttato, il reparto sicuramente offre ben poche certezze. Joao Mario è sparito dai radar dopo un pezzo di stagione in cui sembrava potersi ritagliare più spazio. Oggi è l’ultima ruota del centrocampo nerazzurro. L’assenza di Brozovic potrebbe indurre a schierarlo, ma il rischio s.v. è alto.

ATALANTA – EMPOLI

Di principio nessuno in particolare è assolutamente sconsigliato, nel senso che comunque anche loro hanno qualche chances di portare un 5.5/6 a casa. Di certo, i giocatori dell’Atalanta come Masiello, Djmsiti, Kulusevski e Barrow, sono i meno brillanti e potete tranquillamente evitarli. L’abbiamo già detto e ridetto nelle varie descrizioni dei giocatori: questa non è certo la miglior partita per schierare i difensori azzurri e chissà se ce ne sarà mai una. Prendiamo Rasmussen come capro espiatorio visto che non gioca da tempo e viene da un infortunio

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy