Consigli Fantacalcio 28a giornata – Le possibili sorprese Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 28a giornata – Le possibili sorprese Fantamagazine

Ecco un’analisi di tutti i giocatori che potrebbero sorprese, si spera in positivo, nella 28a giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore allo scoccare della 28a giornata della Serie A 2018-19, e con essa giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, gli sconsigliati ed uno speciale per analizzare tutti le possibili sorprese delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 28a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE

In questo appuntamento scopriamo insieme quali giocatori possono essere possibili sorprese  per la 28a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potrete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, da comodi messaggi gratuiti sul canale Telegram, sulla pagina Facebook di Fantamagazine e infine nell’ultima novità, FantaHUB, l’app per veri fantallenatori, disponibili negli store iOS e Android.

CAGLIARI-FIORENTINA

Come al solito, a Bologna, Joao Pedro è il rossoblu che ha avuto le migliori occasioni ed è andato più vicino al gol. In questo caso sono state addirittura due: nella prima ha centrato in pieno la traversa, nella seconda Skorupski ha fatto l’ennesimo miracolo su un suo colpo di testa. Non segna da molto, è vero, ma questo è un po’ dovuto ad errori suoi o a sfortuna, e in gran parte a meriti degli avversari: se continuerà a provarci, prima o poi la palla dovrà entrare. Da titolari Mirallas e Simeone spesso non hanno fornito buone prestazioni, da subentranti invece hanno spesso lasciato il segno. Probabilmente almeno uno dei due lo vedremo partire dalla panchina per poi essere buttato nella mischia a gara in corso, come scommessa di giornata si può fare un pensiero. Se li avete entrambi ci sarà da tirare la monetina.

SASSUOLO-SAMPDORIA

Azzardo importante Berardi e lo sappiamo, dato che è un po’ di tempo che non lo mettiamo qui, però contro Napoli ha giocato una grande gara tornando pure al goal, anche se bisogna dire che rimane lontano dalla porta e le occasioni sono poche. Il Sassuolo però non vince da un mese e mezzo e in gare come queste, non avendo nulla da perdere in termini di classifica, è possibile che si possa vedere qualche azzardo in più. Reduce da una disavventura notturna in stile GTA per le strade del capoluogo ligure (poi in buona parte ridimensionata da successivi chiarimenti) Defrel è stato oggetto di forti critiche e sfottò sulle tv locali e sui social per tutta la settimana. Ciò che non uccide fortifica e noi confidiamo in una sua reazione positiva, magari corredata dal classico gol dell’ex (ha già colpito contro la Roma). Non sappiamo se partirà dall’inizio oppure se subentrerà (più probabile), ma crediamo che voglia farsi perdonare con una prova convincente.

SPAL-ROMA

Il reparto difensivo della Spal è sconsigliato e dunque anche lui in linea di principio, ma, se c’è qualcuno da cui possiamo aspettarci una prestazione sorprendente, quello è proprio Kevin Bonifazi. L’avversario non è semplice, ma alla sua prima in campionato ha portato molto bene. Sarà un caso, ma il suo primo gol dell’era Ranieri è arrivato. Ora però ci vuole il grande salto, dimostrare che può segnare anche con Dzeko in campo. Chissà se era proprio Di Francesco il grande tappo alla esplosione di Schick. Nel dubbio un posticino gli va trovato, anche perché il suo primo gol con la maglia della Roma arrivò proprio l’anno scorso su questo campo. Contro l’Empoli Kluivert ha fatto benissimo, le sue accelerazioni hanno fatto male alla difesa toscana. Forse non giocherà dall’inizio, o forse si. Fatto sta che lo abbiamo visto bene, perciò, se cercate una scommessa e il vostro attacco langue, si può mettere dentro.

TORINO-BOLOGNA

Scoppiettante contro il Frosinone, Iago Falque sta tornando il calciatore peperino ammirato negli ultimi anni. Può portare almeno un bonus leggero in questa partita e noi consigliamo caldamente di metterlo tra i titolari. Partita propizia per vederlo ritornare nel tabellino dei marcatori. Il digiuno dura da troppe partite per una mezzala d’inserimento abituata a far gol come Baselli. Finalmente cominciamo a vedere il vero Nicola Sansone, ammirato a Sassuolo e a Parma in Serie A. Non è ancora al top della forma, ma come scommessa per questa giornata si può fare. Da un momento all’altro potrebbe inventare l’assist o il gol, visto che tecnicamente è uno dei migliori giocatori dell’intera rosa. Che fosse forte Dijks non è mai stato in dubbio, così come che il problema fosse Inzaghi, il campo ce lo ha dimostrato e come se non bastasse anche le sue dichiarazioni: “da quando è arrivato Mihajlovic abbiamo iniziato a giocare e a divertirci di più, ci piace il suo modo di allenare”. E’ tornato a fornire palloni interessanti in mezzo all’area e ad arare la fascia e gli avversari.

GENOA-JUVENTUS

Dopo un inizio scoppiettante, il danese si è un pò spento. Lui dice di ispirarsi a Gerrard e Lampard. Gli lanciamo allora il guanto di sfida: caro Lerager, se vuoi provare ad avvicinarti a uno di loro due, la sfida contro la Juve deve esserti da stimolo. Il giocatore sembra avere una certa personalità: se sarà in grado di gestirla positivamente, allora potrebbe essere veramente la sorpresa di giornata. Dybala dovrebbe aver recuperato totalmente dai problemini fisici che lo hanno tenuto fuori nelle ultime partite, pertanto Domenica è destinato a partire dal primo minuto. Per questa partita è da considerarsi come una scommessa. Le qualità non gli mancano e la squadra avversaria è apparsa in difficoltà negli ultimi match, pertanto se potete giocatevi questa carta. Il millennial bianconero Kean si è fatto subito trovare pronto, e alla prima da titolare ha messo a segno una doppietta. Il match di Domenica, proprio come la partita contro l’Udinese, è sulla carta abbordabile, pertanto pur essendo in ballottaggio con Mandzukic vi consigliamo comunque di prendere in considerazione questo giovane ragazzo.

ATALANTA-CHIEVO

Hateboer sarebbe un quasi consigliato, se non fosse per il ballottaggio che si portano dietro gli esterni in questo momento. Comunque di sicuro affidamento e con qualche possibilità di portare a casa un bonus. Nella scheda ha un 2/5 come indice di appetibilità dato che il Chievo segna col contagocce e l’Atalanta è, di fatto, una squadra top del nostro campionato. In difesa, però, spesso concede qualcosa, e il polacco Stepinski in stagione ci ha abituato a segnare in partite assurde.

EMPOLI-FROSINONE

Non ha il posto sicuro, ma si spalancano le porte per una titolarità di Ucan visto che sembra l’unico in grado di fare il trequartista in tutta la rosa dopo la cessione di Zajc. Se gioca, potrebbe essere un fattore e chissà che non replichi la prodezza dell’andata. Prima partita per il brasiliano Farias con il nuovo mister, le sue caratteristiche potrebbero essere molto funzionali al modulo di Andreazzoli vista la sua tecnica e la capacità di dialogare nello stretto proprio come piace ad Aurelio. La partita è da vincere e in caso di brutte alternative non è uno scandalo inserirlo. Come avvenuto nell’ultima giornata, col gol di Paganini, ma anche prima, con Ghiglione, la corsia di destra si mostra terreno fertile per i bonus in alcune partite. Questo perché all’esterno destro viene chiesto di seguire l’azione offensiva, quindi sia Zampano che Paganini, soprattutto quest’ultimo, possono rendersi molto pericolosi. Ciofani nella partita di andata ha segnato una doppietta, è possibile che si possa ripetere

LAZIO-PARMA

In questa posizione Luis Alberto non ha più quella pericolosità fantacalcistica che lo rendeva appetibile in ottica Fantacalcio, ma da un punto di vista calcistico giocare in mezzo al campo è sicuramente meglio per lui, che quest’anno sulla trequarti aveva fatto davvero fatica. Magari ci scappa il bonus da rigore (essendo assente Immobile, anche se c’è pure Caicedo) o da punizione. Potrebbe toccare nuovamente al francese Biabiany partire dall’inizio nonostante sia in ballottaggio serrato con il solito Siligardi. I suoi voti in pagella dipendono molto dal risultato finale della squadra, visto che fa un lavoro sporco tatticamente utilissimo ma come apprezzato in fase di pagelle quando la squadra perde. Troppe settimane di astinenza, non segna dalla doppietta contro la Spal di fine Gennaio. Momento difficile quindi per Inglese, anche se le prestazioni a volte sono comunque più che sufficienti come contro il Genoa dove è utilissimo come riferimento offensivo per far salire la squadra, fare le sponde e vincere duelli con i difensori avversari.

NAPOLI-UDINESE

Il problema fisico di Insigne, che potrebbe comunque recuperare, spalanca le porte della titolarità al duo belga-polacco, non è certissimo che giochino titolari ma la probabilità è piuttosto alta, almeno al momento. Chi li ha li deve mettere, l’Udinese ha dei problemi difensivi, nelle ultime partite giocate ha subito qualche gol di troppo e la coppia MilikMertens ha mostrato più volte di fare molto bene. Non sono proprio consigliati ma hanno buone probabilità di portare bonus, dopo che negli ultimi match hanno deluso un po’. Se solo uno dei due, per il momento e per l’abilità di finalizzazione, allora Milik, se però non avete grandi alternative in attacco si possono schierare entrambi. Con la primavera alle porte sembra che Kevin Lasagna stia recuperando una condizione accettabile. Il gol alla Juventus è un mix di tecnica e precisione che ha sorpreso tutti. Chissà che non sia la molla per un finale di stagione positiva per lo sfortunato attaccante ex Carpi.

MILAN-INTER

Il capitano Romagnoli che ha conquistato tutti. Dopo l’addio di Bonucci in estate ha ricevuto un’investitura pesante, ma ha dimostrato a suon di prestazioni di esserne meritevole, tanto da ricevere in settimana gli elogi da parte di Franco Baresi. Noi pensiamo che in questa partita così importante, forse la più importante dell’anno, guiderà la sua squadra con personalità e con una prestazione importante. Davanti molto probabilmente non si troverà Icardi, ma Martinez, comunque un giocatore che ha dimostrato di essere pericoloso. Ma confidiamo che Alessio saprà tenerlo a bada e in quel caso il voto da modificatore sarebbe altamente probabile. Quando giocava male Gattuso lo ha sempre difeso. Adesso sembra tutto un lontano ricordo e il turco Calhanoglu è tornato quello di un tempo. Non a caso dopo 3′ dal suo ingresso in campo contro il Chievo è arrivato il gol che ha sbloccato di nuovo la gara, segno che la sua presenza in campo è fondamentale. In una gara di solito bloccata come il derby, dove anche un calcio piazzato può fare la differenza, un’occasione importante potrebbe arrivare proprio dai suoi piedi. Al 90% non sarà convocato, al 99% non sarà titolare, eppure per chi non ha problemi a bruciarsi un cambio potrebbe essere una scommessa sfiziosa. Se Spalletti riuscirà a portarlo in panchina gli concederà certamente uno spezzone di gara in cui, come sempre, il belga Nainggolan metterà tutto quello che ha.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy