Chievo, via Maran arriva Lorenzo D’Anna

Chievo, via Maran arriva Lorenzo D’Anna

La mossa era attesa, praticamente scontata dopo la debacle dell’Olimpico che ha sancito il virtuale esonero del tecnico trentino

di Nello Fiorenza

Dopo il crollo di Roma – nono ko nelle ultime dieci trasferteil club della Diga ha dato il benservito a Maran e ha varato il piano B, ovvero quello che prevedeva l’avvicendamento con Lorenzo D’Anna, ex capitano clivense, attuale tecnico della Primavera.
La decisione è arrivata dopo una lunga notte di riflessione. Una replica di quanto accadde nella stagione 2004/05 quando, proprio a tre giornate alla fine, Luca Campedelli decise di affidare la panchina a Maurizio D’Angelo.

Di seguito il comunicato ufficiale dell società clivense che sancisce il cambio di guida tecninca:

”L’A.C. ChievoVerona comunica di avere sollevato Rolando Maran dall’incarico di allenatore della Prima squadra. A Maran vanno i ringraziamenti per il lavoro svolto sin dal primo giorno con impegno, serietà e correttezza professionale”. Protagonista di tre salvezze in Serie A, con il nono posto raggiunto al termine della stagione 2015/16 con 50 punti in classifica, a lui va il più sentito in bocca al lupo per il prosieguo della carriera.

Contestualmente viene interrotto il rapporto di collaborazione anche con l’allenatore in seconda Christian Maraner e con i tecnici Andrea Tonelli e Ivan Moretto, ai quali va un ringraziamento per il lavoro svolto.

La conduzione tecnica della Prima squadra è affidata a Lorenzo D’Anna, che lascia il suo incarico di allenatore della Primavera. L’A.C. ChievoVerona rivolge a D’Anna, che vanta 161 presenze con la maglia gialloblù in Serie A e 136 con la fascia di capitano, i più calorosi auguri di buon lavoro”.

Comunque la si giri la posizione di Maran appariva irrimediabilmente incrinata. Pure il canonico 4-3-1-2 era finito in soffitta, sostituito da un più prudente 5-3-2.
Con l’acqua ormai alla gola, serviva una svolta. Il Chievo ricomincia da una vecchia certezza. A dispetto della difficoltà del compito che, in queste tre partite, attende D’Anna.
La favola dei Mussi volanti, si è frantumata contro la dura realtà della Serie A. Il sistema di gioco potrebbe tornare ad essere il 4-3-1-2 ma non si può escludere neppure l’adozione del 4-3-2-1, modulo con cui D’Anna ha impostato le fortune della sua Primavera. Per eventuali conferme basterà attendere il debutto di fuoco contro il Crotone, domenica 6 maggio, al Bentegodi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy