Bentancur: sboccia un nuovo fiore nel centrocampo della Juventus

Bentancur: sboccia un nuovo fiore nel centrocampo della Juventus

Ancora una prestazione di livello assoluto per il classe ’97 uruguagio che si candida a sorpresa low-cost tra i centrocampisti.

di Salvatore Russo
Se a Manchester aveva stupito, a Torino prima contro il Cagliari e poi contro gli inglesi si è confermato. Dopo aver vinto un sudamericano U20 e aver giocato un Mondiale da titolare con il suo Uruguay, Rodrigo Bentancur ha voglia di stupire ancora, tra le fila della Juventus che su di lui ha investito e puntato molto due stagioni fa.

BENTANCUR: LA CRESCITA

Tre prestazioni sontuose nelle ultime gare di Bentancur: a tutto campo e con percentuali di precisione nei passaggi superiori al 90%. Una crescita esponenziale quella del ragazzo di Nueva Helvecia, sul quale Allegri ha lavorato con la giusta pazienza rendendolo a piccoli passi un titolare aggiunto. Giocate che non impressionano quelle dell’uruguagio, se non le si attenzionano da vicino: essenziale e pulito, poco appariscente ma estremamente efficace.

Rodrigo Bentancur, smessi i panni del calciatore con mezzi importanti ma che si applica a corrente alternata, è passato dall’essere una soluzione a cui affidarsi in caso di emergenza a divenire finalmente una valida alternativa ai titolari. Qualità e sostanza a disposizione del centrocampo di Allegri, sia da regista che da mezzala.

BENTANCUR: IL RUOLO

In principio fu regista, acquistato per far rifiatare all’occorrenza Pjanic. Un mondiale di livello da titolare nell’Uruguay di mister Tabarez e poi, in estate, il lavoro di mister Allegri che lo ha pian piano sperimentato mezzala, in modo da avere valide alternative in mezzo in caso di assenze per infortunio o turnover. Una risorsa di prim’ordine, in un periodo in cui la Juventus è costretta a preparare più gare nell’arco della settimana, che ha trovato tranquillità, consapevolezza nei propri mezzi e poi la fiducia del suo allenatore.

Il ruolo di mezzala al fianco di Pjanic sembra essere il più affine alle sue qualità fisiche e tecniche: “Con l’infortunio di Sami e di Emre ho avuto spazio. Il mister mi sta facendo giocare e sto cercando di sfruttare l’opportunità. Mi piace giocare da mezzala, perché ho più possibilità di inserirmi e di cercare il gol. Lo scorso anno è stato di apprendistato e mi è servito molto e ora sto voglio ripagare la fiducia che il mister mi sta dando”.

BENTANCUR: QUALI GLI SCENARI FUTURI AL FANTACALCIO?

La rosa della Juventus è di livello assoluto con un reparto come il centrocampo che annovera, tra le proprie fila, calciatori di tutto rispetto. Il giovane Rodrigo però ha aspettato in silenzio il proprio momento, facendo parlare le prestazioni in campo. In una stagione che i tifosi della Vecchia Signora sperano sia il più lunga possibile, ci sarà spazio per tutti. La propensione agli infortuni di Khedira e il dispendioso lavoro tattico che Allegri chiede a Pjanic e Matuidi, che spesso dovranno rifiatare, ci inducono a scommettere che quanto mostrato finora dal classe ’97 de La Celeste sia solo il principio di una stagione ricca di soddisfazioni. Il fiore sta per sbocciare, è arrivato il suo momento. Puntateci.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy