Chievo, ufficiale Ventura: cosa cambia al Fantacalcio?

Chievo, ufficiale Ventura: cosa cambia al Fantacalcio?

Da poche ore è arrivata l’ufficialità dell’ingaggio da parte del Chievo di Ventura. Per l’ex tecnico azzurro contratto biennale. Analizziamo tutte le possibili scelte inerenti a modulo, uomini in campo e filosofia di gioco.

di Claudio Cutuli, @cutuli4

Il filotto di risultati negativi (6 sconfitte e appena 2 pareggi in campionato) ha portato la società veneta a sollevare dall’incarico di allenatore Lorenzo D’Anna. In sua sostituzione, il presidente Campedelli ha valutato fin da subito profili d’esperienza con tanti anni di Serie A alle spalle e, dopo alcune ore di riflessione, la scelta è ricaduta su Gian Piero Ventura. L’esperto allenatore era rimasto senza panchina dopo la clamorosa eliminazione (con conseguente non partecipazione al Mondiale) nelle qualificazioni ad opera della Svezia. Nel suo staff figureranno anche il vice storico Salvatore Sullo e come preparatore atletico Alessandro Innocenti. Analizziamo i diversi modulo con cui potrebbe approcciarsi alla Serie A 2018/2019.

VENTURA, COME CAMBIA IL CHIEVO COL 4-2-4

SORRENTINO

CACCIATORE – ROSSETTINI – TOMOVIC/BANI – BARBA

BIRSA – RIGONI/HETEMAJ – RADOVANOVIC – GIACCHERINI

MEGGIORINI– STEPINSKI

Questa è l’ipotesi decisamente più spregiudicata, ma comunque da non scartare: ricalca alla perfezione le idee tattiche di Ventura e starà a lui verificare l’effettiva possibilità nell’attuarla. Specie nelle gare interne – ed in particolare in situazioni di svantaggio – si potrebbe ricorrere a tale sistema di gioco, con Birsa e Giaccherini impegnati sia in fase di pressing che d’attacco. Il rientro di Meggiorini, che il mister conosce molto bene, potrebbe consegnare a Stepinski il giusto partner d’attacco con cui esprimersi al massimo.

VENTURA, COME CAMBIA IL CHIEVO COL 3-4-3

SORRENTINO

TOMOVIC – ROSSETTINI – BARBA

CACCIATORE – RIGONI – RADOVANOVIC – HETEMAJ/OBI

BIRSA – STEPINSKI – GIACCHERINI

I centrocampisti del Chievo sono molto duttili e questo sistema di gioco altro non sarebbe che una piccola rivisitazione di quello impostato da D’Anna quest’anno: la difesa a tre sostituirebbe la super perforata retroguardia a quattro uomini, che troppe volte è andata in affanno. A sinistra Hetemaj ha già giocato come esterno di contenimento durante l’esperienza Corini, e riproporlo in quella posizione potrebbe aiutare a ridurre le folate avversarie. Il tridente, infine, accontenterebbe tutti i possessori di Birsa e Giaccherini, che potrebbero anche svariare alle spalle di Stepinski.

VENTURA, COME CAMBIA IL CHIEVO COL 3-5-2

SORRENTINO

TOMOVIC – ROSSETTINI – BARBA

CACCIATORE  – RIGONI/HETEMAJ – RADOVANOVIC – GIACCHERINI – JAROSZYNSKI/OBI

BIRSA/MEGGIORINI – STEPINSKI

Una delle variabili certamente più convincenti ed equilibrate: Ventura già a Torino ha dimostrato di saper ben interpretare il 3-5-2, con due attaccanti come Immobile e Cerci dalle caratteristiche complementari e molto prolifici in fase offensiva. Non solo: Cacciatore terzino avanzato stuzzica e non poco, soprattutto al Fantacalcio. A sinistra potrebbe esserci nuovamente spazio per Jaroszynski, apparso arruffone e spesso insufficiente durante la gestione D’Anna. Giaccherini mezzala è più di un’idea, vista la poliedricità del calciatore che potrebbe interpretare il ruolo in modo più offensivo e conferire più scelte offensive al duo d’attacco.

CHIEVO, ARRIVA VENTURA: I GIOCATORI PIU’ APPETIBILI

Al Fantacalcio avere calciatori certi della titolarità è sempre un fattore determinante: proviamo a delineare quali calciatori, anche dopo l’arrivo del nuovo mister, manterranno un certa appetibilità.

LA DIFESA – Sorrentino proteggerà i pali, ha carisma e carattere ed è un senatore dello spogliatoio. Soliti ballottaggi al centro della difesa ma, rispetto alla vecchia gestione, rischia parecchio Bani, che potrebbe essere relegato a riserva dopo i tanti errori commessi in fase difensiva. Da valutare la posizione di Barba (centrale o terzino sinistro) che, comunque, sia nella difesa a quattro che in un eventuale schieramento a tre, troverebbe sempre posto sul versante di sinistra. E Cacciatore? Tra i difensori è il primo indiziato per un aumento d’appetibilità massiccio in caso di 3-4-3 fisso, dove avanzerebbe il raggio d’azione e quindi la pericolosità in area. Insomma, se lo avete dategli ancora altre chance.

IL CENTROCAMPO – Depaoli, vista la sua duttilità, verrà tenuto abbastanza in considerazione e potrebbe ricoprire alla perfezione il ruolo di esterno destro di centrocampo, ma anche centralmente. Radovanovic  è il più sicuro del posto, mentre sussistono dei ballottaggi per gli altri centrocampisti. Giaccherini titolare fisso in qualsiasi modulo, può giocare in diverse posizioni ed è un vero e proprio jolly dal quale Ventura vuole ripartire. Birsa altro calciatore da rivitalizzare, ma che non verrà messo ”in soffitta”.

 L’ATTACCO – Meggiorini è una vecchia conoscenza di Ventura: lo ha rispolverato nell’esperienza granata ed anche a Verona potrebbe verificarsi lo stesso processo. Oltretutto da seconda punta sarebbe il profilo ideale da affiancare al troppo isolato Stepinski. Chiudiamo col polacco: il perno offensivo su cui far ruotare la squadra sarà lui, ma occhio a Djordjevic che proverà a mettere in difficoltà il mister giocandosi un posto in attacco. Parte comunque dietro allo stato attuale delle cose.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy